Territori

Algeria, pronto nuovo gasdotto per rifornire l’Europa

Sonatrach ha rinnovato i contratti di fornitura con la Spagna e la Turchia mentre sono ancora in corso i negoziati con l’Italia

L’Algeria investirà 280 milioni di dollari per costruire un nuovo gasdotto per incrementare le forniture all’Europa. Ad annunciarlo è stata la stessa compagnia di Stato algerina, la Sonatrach.

IL GASDOTTO SI COLLEGHERÀ AD ALTRE DUE CONDOTTE GIA’ ESISTENTI

gasdottoIl gasdotto di 197 km si collegherà ad altri due condotte che a loro volta si allacciano alla Spagna – il gasdotto Pedro Duran Farell (GPDF) che attraversa il Marocco e il gasdotto Medgaz che attraversa il Mediterraneo, ha sottolineato il vicepresidente di Sonatrach Ahmed Mazighi a Reuters. La nuova pipeline – operativa dal 2020 con una capacità massima di 4,5 miliardi di metri cubi all’anno – si estenderà,più precisamente, da El-Aricha, al confine tra Algeria e Marocco, fino a Beni-Saf, punto di partenza del gasdotto Medgaz, creando un nuovo “loop” tra le linee di esportazione. Per poter spostare il gas in quella direzione, tuttavia, anche la capacità del Medgaz dovrà essere ampliata.

L’ALGERIA HA ESPORTATO 55 MILIARDI DI METRI CUBI DI GAS NEL 2017

L’Algeria ha esportato 55 miliardi di metri cubi di gas nel 2017 e prevede di continuare a vendere gas attraverso una nuova società commerciale che presto verrà costituita. Al momento, attraverso le due condotte in direzione della Spagna, il paese esporta volumi per 14,5 miliardi di metri cubi (dati 2017) nella sola penisola iberica.

ANCORA IN CORSO I NEGOZIATI CON L’ITALIA PER IL RINNOVO DEI CONTRATTI GAS

Negli anni scorsi Sonatrach ha rinnovato i contratti con clienti come la Spagna per 9 miliardi di metri cubi all’anno per nove anni e la Turchia con 5,4 miliardi di metri cubi all’anno per cinque anni, mentre sono ancora in corso i negoziati con l’Italia.