skip to Main Content

Dopo il disgelo Seul-Pyongyang Gazprom ripensa al gasdotto

Algeria

La Corea del Sud è interessata ad acquistare 10 miliardi di metri cubi di gas all’anno dalla Russia

Il colosso russo dell’energia Gazprom ha deciso di riprendere i colloqui con la Corea del Sud per la costruzione di un gasdotto che dovrebbe attraversare il territorio della Corea del Nord per approdare a Seul. Lo ha detto il vice amministratore delegato della compagnia Vitaly Markelov in una conferenza stampa rammentando il recente disgelo dei rapporti con Pyongyang.

I COLLOQUI SUL PROGETTO DI UNIRE LE DUE COREE ALLA RUSSIA COMINCIARONO NEL 2011

gazpromoil“Finora, la situazione politica era un po’ diversa, ma ora la parte sudcoreana ha chiesto a Gazprom di riprendere il progetto, e sul tema si sono svolti una serie di colloqui che stanno continuando tutt’ora”, ha sottolineato Markelov. Il progetto di unire la penisola coreana con un gasdotto erano stati discussi a lungo, ma i colloqui ufficiali iniziarono solo nel 2011 per poi venire congelati dopo il deterioramento delle relazioni tra Seul e Pyongyang.

SEUL PENSAVA DI RIPRENDERE I COLLOQUI GIÀ A MARZO

Il 30 marzo, parlando al forum energia a Seul, il ministro degli Esteri della Corea del Sud Kang Kyung-hwa aveva preannunciato che un miglioramento della situazione della sicurezza nella penisola coreana avrebbe consentito  di avviare la costruzione di un gasdotto dalla Russia alla Corea del Sud attraverso la Corea del Nord.

LA COREA DEL SUD HA FAME DI ENERGIA

La Corea del Sud, che ha fame di energia, ed è attualmente costretta ad acquistare le più costose forniture di Gas naturale liquefatto (Gnl). Se il gasdotto venisse costruito, Seul dimezzerebbe i costi del gas che arriva nel paese, secondo le stime degli analisti. La Corea del Sud è interessata ad acquistare 10 miliardi di metri cubi di gas all’anno dalla Russia. Al momento, acquista già circa 1,5 miliardi di euro dall’impianto russo di Yamal. Il gasdotto, se realizzato, sarà lungo 1.100 km, di cui 700 km dovrebbero attraversare il territorio nordcoreano. Il costo del progetto è stato stimato a 2,5 miliardi di dollari nel 2011.

Back To Top