skip to Main Content

I piani di General Motors per le batterie di nuova generazione

Batterie

General Motors punta a ridurre il prezzo delle batterie sotto i 100 dollari per kilowattora entro il 2025

L’azienda automobilistica statunitense General Motors sta testando una serie di composizione chimiche, tecnologie e processi produttivi per le batterie con l’obiettivo di ridurre i prezzi dei veicoli elettrici ed essere meno dipendente da metalli come il cobalto, raro e costoso.

COSA HA DETTO IL PRESIDENTE DI GENERAL MOTORS

Il presidente di General Motors Mark Reuss ha detto che l’azienda sta sperimentando diverse possibilità per la nuova generazione di batterie Ultium, prevista per il 2025: ha parlato ad esempio di anodi al silicio e di elettroliti allo stato solido, che garantirebbero alle batterie una durata maggiore e le renderebbero non infiammabili.

LA CORSA ALLE BATTERIE

Reuters scrive che c’è una competizione in corso tra i produttori automobilistici che non riguarda più la potenza, i cavalli vapore, ma le tecnologie innovative (e proprietarie) per le batterie: saranno queste ultime a decidere i vincitori e i vinti del settore.

GLI OBIETTIVI DI GENERAL MOTORS SULLE BATTERIE

General Motors ha detto di puntare a ridurre il costo delle celle delle batterie sotto i 100 dollari per kilowattora entro il 2025: ad oggi il costo è superiore ai 150 dollari per kW. L’azienda prevede inoltre che le batterie avranno una durata molto maggiore, permettendo di guidare per 805-965 chilometri tra una ricarica e l’altra.

LA JOINT VENTURE CON LG ENERGY

General Motors ha formato una joint venture da 2,3 miliardi di dollari con l’azienda sudcoreana LG Energy Solution e inizierà a produrre le batterie Ultium nello stabilimento di Lordstown, nello stato americano dell’Ohio, nel 2022.

Le batterie – che verranno utilizzate nei nuovi veicoli elettrici di General Motors, come l’Hummer EV – hanno anodi in grafite, catodi in nichel-cobalto-manganese-alluminio ed elettrolita liquido.

UNA NUOVA FABBRICA DI BATTERIE IN AMERICA

General Motors e LG Energy dovrebbero a breve annunciare una seconda fabbrica di batterie negli Stati Uniti, nel Tennessee, per sostenere l’obiettivo di produzione della casa automobilistica, che entro il 2025 vuole arrivare ad un milione di veicoli elettrici all’anno.

LA FILIERA DELLE BATTERIE “STA PER ESPLODERE”

Reuss ha detto che “la filiera [delle batterie, ndr] sta per esplodere”, riferendosi all’aumento della domanda di cobalto, nichel e altri metalli da parte di General Motors e delle aziende concorrenti che hanno intenzione di potenziare la produzione di veicoli elettrici.

Reuss ha dichiarato che General Motors è “alla ricerca di svolte” in modo da “ridurre la dipendenza da alcuni di questi metalli”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Marco Dell'Aguzzo

Giornalista, si occupa di esteri, energia e geopolitica, con un’attenzione particolare per il Messico e il Canada.

Scrive su “Energia Oltre”, oltre a collaborare con “IL – Il maschile del Sole 24 ORE”, “Aspenia online”, “Start Magazine” ed “eastwest”. A volte è ospite a Radio3 Mondo (Rai Radio 3).

Su Twitter è @marcodellaguzzo.

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore