Scenari

Gli Usa dicono no al Nord Stream. Ecco la risoluzione del Senato

Le uniche aziende che potrebbero essere interessate a queste sanzioni sono la svizzera Allseas Group SA e l’italiana Saipem.

La commissione per le Relazione estere del Senato degli Stati Uniti ha approvato all’unanimità una proposta di legge che prevede l’imposizione di sanzioni alla costruzione del gasdotto Nord Stream 2 per il trasporto del gas dalla Russia alla Germania.

DEMOCRATICI E REPUBBLICANI COMPATTI

nord stream 2Il disegno di legge, introdotto dal repubblicano texano Ted Cruz e dal democratico del New Hampshire Jeanne Shaheen, è stato approvato dal comitato 20-2 con il sostegno bipartisan, ha riferito Bloomberg. Spetterà al leader della maggioranza del Senato Mitch McConnell programmare una votazione in Assemblea.

NEL MIRINO CHI COSTRUISCE IL GASDOTTO

“La Russia ha una brutta storia di utilizzo dell’energia come arma”, ha detto Cruz poco prima del voto. La proposta di legge sponsorizzata da Cruz e Shaheen dovrebbe prendere di mira le navi che realizzano il gasdotto sanzionando i dirigenti delle società collegate alle imbarcazioni, negando loro visti e transazioni con beni o interessi aventi a che fare con gli Stati Uniti. Il disegno di legge penalizzerebbe, inoltre, anche gli enti che forniscono l’assicurazione al progetto.

LE AZIENDE INTERESSATE SONO SAIPEM E ALLSEAS

Shaheen ha riferito che le uniche aziende che sarebbero interessate a queste sanzioni sarebbero la svizzera Allseas Group SA e l’italiana Saipem.