Scenari

Gnl: Ecco come il Qatar si gasa con Eni, Shell, Total e non solo

GNl

Il Qatar ha annunciato l’intenzione di aumentare la capacità di produzione di Gnl del 43% passando dalle 77 milioni di tonnellate all’anno attuale a 110 milioni di tonnellate all’anno nell’arco di un lustro.

Il Qatar ha invitato le maggiori società internazionali di petrolio e gas – tra cui ExxonMobil, ConocoPhillips, Shell, Total, Eni – a presentare offerte per espandere il più grande giacimento di gas del mondo e la capacità di esportazione di Gnl del paese. Lo ha annunciato Saad Sherida Al -Kaabi, ministro per gli affari energetici a Bloomberg TV.

NUOVA CAPACITA’ DI EXPORT DEL QATAR PRONTA NEL 2024

Il Qatar ha annunciato l’intenzione di aumentare la capacità di produzione di Gnl del 43% passando dalle 77 milioni di tonnellate all’anno attuale a 110 milioni di tonnellate all’anno nell’arco di un lustro. La nuova capacità di export include progetti di espansione che dovrebbero essere completati nel 2024. Il Qatar diventerà quindi un concorrente diretto di Australia e Stati Uniti nei prossimi anni per il titolo di maggior esportatore di Gnl al mondo.

ENTRO IL PRIMO TRIMESTRE 2020 LA SCELTA DELLE MAJOR

Il paese mediorientale intende aggiudicare entro la fine di quest’anno i contratti di lavoro sul campo nord, che il Qatar condivide con l’Iran e che l’Iran chiama South Pars, ha affermato Al-Kaabi, che è anche presidente e amministratore delegato del Qatar Petroleum. “Nel primo trimestre avremo assicurato tutti i contratti di costruzione per iniziare la produzione nel 2024”, ha detto Al-Kaabi a Bloomberg.

LE COMPAGNIE AVRANNO UN PEZZO DEL PROGETTO

Il Qatar ha selezionato alcuni “grandi player” che ha invitato a presentare offerte, ha detto il ministro che il mese scorso in un’intervista a Reuters, aveva già rivelato che Qatar Petroleum aveva selezionato alcune grandi compagnie petrolifere disposte ad acquistare una partecipazione nel mega progetto qatariota e avrebbe esaminato ciò che le major potevano offrire in cambio di un pezzo del progetto.

PER IL MOMENTO AUSTRALIA LEADER NELL’ESPORTAZIONE DI GNL

Fino a quando il Qatar non aumenterà la sua capacità di esportazione di Gnl, sarà l’Australia a detenere lo scettro di maggior esportatore, già dal prossimo anno secondo l’Energy Information Administration (EIA).