Energie del futuro

Horizon 2020, Sogin partecipa a due progetti Ue di ricerca e innovazione

Sogin

Per Sogin si tratta di Inno4Graph e Predis: il primo mira a sviluppare e condividere strumenti e metodologie innovative per lo smantellamento dei reattori europei moderati a grafite. Il secondo a implementare strategie per la gestione dei rifiuti nucleari

Il Gruppo Sogin, insieme ai maggiori player europei nel settore del decommissioning e waste management, parteciperà a due progetti nell’ambito del Programma Quadro dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione (Horizon 2020).

IL VIA LIBERA UE LO SCORSO 7 FEBBRAIO

I due progetti, denominati Inno4Graph e PREDIS, sono stati approvati lo scorso 7 febbraio dalla Commissione Europea e verranno avviati a giugno di quest’anno. Questa partecipazione valorizza il ruolo del Gruppo Sogin nel network internazionale del settore e favorisce lo scambio e la crescita di know-how, anche attraverso lo sviluppo di nuove tecnologie prototipali.

OBIETTIVO INNO4GRAPH SVILUPPARE E CONDIVIDERE NUOVI METODI PER LO SMANTELLAMENTO DEI REATTORI UE A GRAFITE

Inno4Graph, con una durata di 3 anni, ha l’obiettivo di sviluppare e condividere strumenti e metodologie innovative per lo smantellamento dei reattori europei moderati a grafite, come quello della centrale nucleare di Latina gestita da Sogin. Oltre l’Italia, il progetto coinvolge altri 12 partner europei. Sogin sarà impegnata nella realizzazione di un sistema prototipale per la valutazione dello stato di conservazione dei blocchi di grafite nel nocciolo del reattore della centrale pontina.

OBIETTIVO PREDIS IMPLEMENTARE STRATEGIE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI NUCLEARI

PREDIS, con una durata di 4 anni, mira all’individuazione e all’implementazione di strategie per la gestione dei rifiuti che consentano, da un lato la riduzione dei volumi da smaltire e, dall’altro, l’ottimizzazione dei processi di trattamento. Sogin e Nucleco, fra i 54 partner europei coinvolti, parteciperanno ai Work Packages dedicati alla strategia complessiva di gestione e trattamento dei rifiuti radioattivi, alle attività di condizionamento dei liquidi organici e dei materiali metallici, alle modalità di monitoraggio dei manufatti finali nella fase di stoccaggio.