Territori

I Paesi Bassi credono nell’espansione del Corridoio meridionale del gas

gas

Per il ministero degli Esteri dei Paesi Bassi il gasdotto è importante per assicurare la sicurezza energetica diversificando le importazioni europee di petrolio e gas

I Paesi Bassi vedono il completamento del Corridoio meridionale del gas nel 2020 come una pietra miliare importante per il futuro energetico del paese e dell’Europa nel suo complesso. A dirlo è il ministero degli Esteri olandese in una dichiarazione all’agenzia azera “Trend”.

COLLEGAMENTO IMPORTANTE PER DIVERSIICARE E AUENTARE LA SICUREZZA ENERGETICA

Secondo il ministero olandese “nonostante i Paesi Bassi non siano collegati al Corridoio meridionale del gas, data la loro posizione geografica” l’Olanda “ha sempre considerato geopoliticamente importante cercare la sicurezza energetica diversificando le importazioni europee di petrolio e gas. In questo senso, vediamo il completamento del Corridoio meridionale del gas come una pietra miliare importante”. Anche se all’inizio solo il 5% circa delle importazioni europee di gas passerà attraverso il Corridoio meridionale del gas, c’è ovviamente il potenziale per un aumento sostanziale delle forniture di combustibile, ha aggiunto il ministero degli Esteri olandese.

UNO DEI PROGETTI PRIORATARI UE

Il Corridoio meridionale del gas è uno dei progetti prioritari europeo e prevede il trasporto di 10 miliardi di metri cubi di gas azero dalla regione del Mar Caspio attraverso la Georgia e la Turchia verso l’Europa. La cerimonia di lancio della prima fase del Corridoio meridionale del gas si è tenuta a Baku il 29 maggio 2018, mentre la cerimonia di apertura di TANAP si è tenuta il 12 giugno 2018 nella città turca di Eskisehir.

IL GAS ARRIVA DAL GIACIMENTO DI SHAH DENIZ

Il gas proveniente dal giacimento azerbaigiano di Shah Deniz ha già attraversato il primo segmento del Corridoio meridionale del gas, dal terminale di Sangachal al gasdotto ampliato del Caucaso meridionale. Il gasdotto transadriatico (TAP) e il gasdotto trans-adriatico (TANAP) sono stati collegati al confine turco-greco.