Fact checking e fake news

Immatricolazioni auto Ue: -23,7% nel 2020; -3,3% a dicembre

auto

Nel dicembre 2020 la domanda di autovetture nuove nell’Unione Europea è diminuita del 3,3% a 1.031.070 unità.

A dicembre 2020 la domanda di autovetture nuove nell’Unione Europea è diminuita del 3,3% a 1.031.070 unità. I quattro maggiori mercati dell’UE, tuttavia, hanno registrato risultati molto diversi. Sia l’Italia che la Francia hanno subito perdite a due cifre, con un calo delle immatricolazioni rispettivamente del 14,9% e dell’11,8% nell’ultimo mese dell’anno. Per contro, la Germania ha registrato un solido guadagno (+9,9%) e la Spagna ha mantenuto stabile la performance, in quanto il numero di immatricolazioni è rimasto più o meno uguale a quello del dicembre 2019.

NEL 2020 CONTRAZIONE DEL 23,7% IN TUTTA L’UE

Guardando ai risultati dell’intero anno 2020, il mercato delle autovetture dell’UE ha subito una contrazione del 23,7%, attestandosi a 9,9 milioni di unità, come diretta conseguenza della pandemia COVID-19. In effetti, le misure di contenimento – compresi i blocchi su larga scala e altre restrizioni nel corso dell’anno – hanno avuto un impatto senza precedenti sulle vendite di automobili in tutta l’Unione Europea.

IN SPAGNA IL MAGGIORE CALO, SEGUITA DA ITALIA E FRANCIA

Il 2020 ha visto il più grande calo annuale della domanda di auto da quando sono iniziate le rilevazioni, con un calo delle immatricolazioni di nuove auto di 3 milioni di unità rispetto al 2019. Tutti i 27 mercati dell’UE hanno registrato un calo a due cifre nel corso del 2020. Tra i maggiori mercati automobilistici della regione, la Spagna ha registrato il calo più forte (-32,3%), seguita da vicino dall’Italia (-27,9%) e dalla Francia (-25,5%), mentre le perdite su base annua sono state significative ma meno pronunciate in Germania (-19,1%).