Sostenibilità

Norvegia pronta a disinvestire da titoli petrolio

norvegia

Parte dalla Banca Centrale norvegese l’iniziativa di togliere gli investimenti dello Stato legati a titoli su Oil&gas

 

Il fondo sovrano norvegese, con un valore di 1.000 miliardi di dollari, vuole eliminare gli investimenti legati ai titoli dei petroliferi. Lo scrive il Financial Times, secondo cui la proposta è partita dalla banca centrale norvegese che controlla il fondo.

Secondo la banca, eliminare questi investimenti la renderà meno vulnerabile a un calo permanente dei prezzi del petrolio, non avendo bisogno di questi titoli considerata la sua quota nell’azienda Statoil – norvegese.

Governo e parlamento discuteranno della proposta che, qualora sarà approvata, avrà ripercussioni sonore nel settore intero, viste le quote del fondo sovrano in Bp, Royal DUtch ed ExxonMobil.

La notizia influenzerà tutto il mondo sostiene, Bloomberg: è un chiaro segnale, infatti, di quanto diventino rischiosi gli investimenti nel settore, ma anche un modo per dire a tutti, a livello politico, che la transizione energetica è in atto e non è un gioco.

La scelta del fondo sovrano norvegese è un cambiamento enorme, sui mercati equivale a uno sparo udito in tutto il mondo”, ha commentato a Bloomberg Mindy Lubber, presidente di Ceres, una non profit organization che si batte a livello globale per politiche di investimento sostenibili anche in futuro. “La gente, anche le grandi aziende e gli operatori mondiali, cominciano a capire quali rischi comportino gli investimenti nei combustibili fossili”, ha invece commentato Jason Disterhoft, esponente di Rainforest action network.