Short News

Nucleare: 20 reattori francesi a rischio sisma

nucleare

Alcuni controlli hanno evidenziato che 20 reattori nucleari presentano problemi ai circuiti di pompaggio dell’acqua

Ci sono 20 reattori nucleari francesi di Edf a rischio sisma. Ad ammetterlo è la stessa società energetica francese, che ha rivelato di aver problemi ai circuiti di pompaggio dell’acqua. L’ammissione avviene a pochi giorni dal fermo della centrale da 3.600 MW di Tricastin imposto dall’Autorità per la sicurezza Asn (QE 28/9).

nucleareIl problema sembrerebbe dovuto, come emerso dai controlli, alle tubazioni delle stazioni di pompaggio per il filtraggio e l’approvvigionamento di acqua da utilizzare in caso d’incendio: tali tubi risultano assottigliati e non permettono perciò un’adeguata tenuta nell’eventualità di un sisma “di riferimento”, con conseguente rischio di inondazione della centrale.

Per i reattori di Belleville 1-2, Cattenom 3-4, Dampierre 1-2, Golfech 1-2, Saint-Laurent-des-Eaux B1, Edf avrebbe già trovato una soluzione, rinforzando le tubazioni, mentre i reattori Chinon B3, Cruas 1, Dampierre 3, Nogent 1, Saint-Laurent-des-Eaux B2 saranno chiusi fino a fine lavori.

Per i reattori Cattenom 1-2, Chinon B4, Cruas 4, Dampierre 4, Nogent 2, invece, Edf avrebbe messo in sicurezza uno dei due circuiti di raffreddamento.

E ancora: 9 reattori (Cruas 2-3, Paluel 3-4, Saint-Alban 1-2, Tricastin 1-3-4) devono essere rinforzati, anche se la loro struttura ora non è a rischio.