Energia elettrica: domanda in aumento del 1,7%

Temperature in calo del 2,2% rispetto al settembre 2017 e domanda di energia elettrica in crescita dell’1,7% questi i dati dello studio effettuato da Terna   Terna, società elettrica nazionale, ha rilevato che nel mese di settembre 2017 la domanda è stata 26, 1 miliardi di kWh, con un aumento del 2% rispetto allo scorso anno. L’effetto calendario e temperatura hanno influito negativamente sulla domanda di energia elettrica: quest’anno, infatti, settembre ha avuto un giorno lavorativo in meno rispetto a settembre

Gas, oleodotti e geopolitica

Decine di migliaia di chilometri di oleodotti attraversano Contenienti e mari per trasportare energia. E il gas diventa strumento politico e diplomatico  Il gas è diventato uno strumento politico e diplomatico sempre più importante sui tavoli di confronto mondiali. Il suo utilizzo alimenta lo sviluppo di Paesi europei ed asiatici affamati di forniture energetiche stabili, affidabili e, dove possibile, convenienti definendo nuovi ruoli geopolitici per i Paesi dotati di preziose ricchezze energetiche. Di tutto questo si parlerà, questo pomeriggio alle

Snam: per il secondo anno nella lista CDP

La società Snam entra  per il secondo anno di seguito nell’elenco di Carbon Disclosure Project (CDP) che contiene tutte le aziende leader mondiali nella lotta ai cambiamenti climatici   Snam, società guidata da Marco Alverà, è stata inclusa da Carbon Disclosure Project tra le società leader a livello internazionale per i programmi e le azioni utilizzate e proposte per contrastare il cambiamento climatico. CDP è una organizzazione no-profit molto conosciuta e riconosciuta, si occupa, tra le altre cose, della valutazione della

Gas, la domanda aumenterà fino al 2040

Il ritmo di questa crescita sarà determinato da una serie di fattori, tra cui l’accessibilità economica del gas rispetto ad altri combustibili e tecnologie, le politiche messe in atto dai governi e l’impatto di un mercato globale del gas sempre più liquido e interconnesso sugli investimenti e sulla sicurezza degli approvvigionamenti     Il ruolo che il gas naturale può svolgere nel futuro globale dell’energia è legato indissolubilmente alla sua capacità di contribuire ad affrontare i problemi ambientali. É quanto

Il Friuli Venezia Giulia investe (ancora) in teleriscaldamento

Il Friuli Venezia Giulia decide di continuare a puntare sul teleriscaldamento per proseguire il suo Piano Energetico Regionale   La giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell’Assessore all’Ambiente Sara Vito, ha approvato all’interno del PER (Piano Energetico Regionale), l’assegnazione di contributiper l’installazione di centraline a biomasse e per il loro potenziamento in Comuni e Unioni Territoriali Intercomunali (Uti), i quali potranno impiegare queste risorse sia per uso privato che per le infrastrutture, per lo sviluppo di nuove reti di

Francia: un tavolo di lavoro per eolico onshore

Al via i lavori per la risoluzione dei problemi riguardanti le piattaforme di eolico “onshore”, primo tra tutti le profonde spaccature della società francese a proposito     La Francia è uno dei paesi più attrattivi per  gli investimenti in rinnovabili grazie alle politiche messe in atto dal Governo Hollande e, sulla stessa scia, dal Governo Macron. Il Paese è impegnato nella Programmazione pluriennale per l’energia, un documento che prevede l’installazione di 100MW che sfrutteranno l’energia di onde e maree e di

Engie pronta a cedere GNL. Trattative con Total

L’azienda transalpina sarebbe disponibile alla cessione dei servizi di liquefazione, trasporto e negoziazione internazionale probabilmente al colosso Total, che così salirebbe sul podio dei produttori mondiali   Engie, un’azienda francese che si occupa della produzione e distribuzione di energia elettrica, e che lavora anche nel settore del gas naturale e dell’energia rinnovabile, dopo essere entrata, nel maggio 2017 in negoziazioni esclusive con i fondi di investimenti Neptune énergie per cedere le sue attività di esportazione e di produzione di gas

Wwf: Italia può dire addio al carbone entro il 2025

L’Italia, a determinate condizioni, potrebbe dire addio al carbone entro il 2025   L’Italia potrebbe uscire dal carbone, entro il 2025, accelerando sulla riduzione delle emissioni di anidride carbonica e confermando, con i fatti, la piena adesione all’obiettivo dell’Accordo di Parigi sul clima. Ne è convinto il Wwf, che interpellando gli analisti del REF-E alla vigilia possibile della definizione della versione finale della Strategia Energetica Nazionale, ha determinato che dire addio al carbone entro il 2025 “si può fare, a

Energia, Aie: ancora un terzo della popolazione mondiale si affida a biomasse per cucina

Secondo l’Energy Access Outlook 2017 entro il 2030 si stima che il 99% nei paesi in via di sviluppo di Asia e America Latina e il 95% in Medio Oriente avranno corrente elettrica a disposizione.   Accelera il ritmo degli sforzi per promuovere accesso all’elettricità in tutto il mondo. Il numero di persone che si trovano a non poter utilizzare energia elettrica è sceso per la prima volta nel 2016 a meno di 1,1 miliardi di individui mentre dal 2000

Corea del Sud: i cittadini vogliono il nucleare. Per risparmiare su bollette

Da un sondaggio realizzato dal comitato istituito per lo studio delle proposte sull’energia atomica risulta che il 59,5% della popolazione è pro-nucleare   Moon Jae-in, il nuovo presidente della Corea del Sud, aveva fatto tante grandi promesse prima di salire in carica. Sul fronte energetico, aveva deciso la cancellazione dei piani di costruzione dei nuovi reattori nucleari ma adesso pare che sia quasi costretto a tornare indietro. Le promesse di Moon, infatti,  si stanno scontrando con il pensiero dei cittadini:

CNPC attiva il terzo gasdotto a Shangai

Provvederà alla fornitura di gas per 24 milioni di persone    Grazie China National Petroleum Corporation (CNPC), è attiva la terza condotta per gas naturale a Shangai. La lunghezza è di 88 chilometri e collega l’isola di Chongming con il terminale di GNL (Gas Naturale Liquefatto) di Rudong, nella provincia dello Jiangshu, con l’obiettivo di aumentare le forniture in un area abitata da oltre 24 milioni di persone. La linea ha una capacità annuale di 1.84 milioni di metri cubi di

Etiopia: Enel investe nel solare

Enel Green Power vince l’appalto per la costruzione di un impianto fotovoltaico lanciato da Ethiopian Electic Power per rispondere al Growth and Transformation Plan lanciato dal Governo etiope   Il gruppo Enel tramite un consorzio di cui fa parte Orchid Business Group, in Etiopia leader nelle infrastrutture, guidato da una delle divisioni rinnovabili Enel Green Power, è stato selezionato quale miglior offerente per un progetto fotovoltaico da 100 MW all’interno del concorso per il solare lanciato da Ethiopian Electric Power che

L’inquinamento fa 9 milioni di morti l’anno

Identificato in una ricerca come “killer” del nostro tempo, l’inquinamento sta raggiungendo picchi preoccupanti per la vita delle persone   C’è troppo inquinamento. 40 scienziati internazionali che hanno utilizzato i dati dello studio Global Burden of Disease dell’Istituto per le Metrici e la Valutazione della Salute presso l’Università di Washington, hanno lanciato l’allarme: l’inquinamento ha causato nove milioni di morti, in particolare l’aria sporca è colpevole di 6,5 milioni di casi di decessi. Lo smog proveniente dalle centrali elettriche, dai veicoli,

Corrente elettrica, diremo addio all’Ampere. Cambiano le unità di misura

La conferenza dell’Istituto Internazionale Pesi e Misure avvia la modifica delle principali misure di riferimento.  Diremo addio anche ad Ampere   La conferenza dell’Istituto Internazionale Pesi e Misure, che ha visto il ribadirsi dell’annuncio riguardante il cambiamento delle misure, dal chilogrammo all’ampère, e così delle altre misure di riferimento. Si tratta di un incontro preliminare prima della Conferenza Generale sui Pesi e le Misure del novembre 2018, le cui nuove definizioni ufficiali sono previste per maggio 2019. Quello che si sottolinea è

Amazon inauguara il suo più grande parco eolico

Con 100 pale eoliche, gestite e costruite dalla Lincoln Clean energy, Amazon stima di produrre 1,000,000 di MWh all’anno   Il CEO di Amazon, Jeff Bezos, ha dato annuncio dell’apertura del più grande parco eolico della sua compagnia, twittando un video di sé stesso intento a rompere una bottiglia sulla cima di una delle pale dell’impianto. Quella su cui è stato filmato il CEO è solo una delle più di 100 pale eoliche costruite da Amazon con l’aiuto di Lincoln