skip to Main Content

Per l’IEA l’obiettivo zero netto è ancora troppo lontano

Aie

Secondo il World Energy Outlook 2021 dell’IEA sta emergendo una nuova economia energetica, ma non ancora abbastanza rapidamente da raggiungere lo zero netto entro il 2050

“Lo slancio mondiale verso l’energia pulita, estremamente incoraggiante, si sta scontrando con l’ostinato utilizzo dei combustibili fossili nei nostri sistemi energetici”, ha affermato Fatih Birol, direttore esecutivo dell’IEA in occasione della presentazione dell’ultimo rapporto dell’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) diffuso a poche settimane dal vertice sui cambiamenti climatici COP26 a Glasgow, in Scozia.

“I benefici sociali ed economici dell’accelerazione delle transizioni verso l’energia pulita sono enormi e i costi dell’inazione sono immensi”, ha ricordato Birol esortando i governi a dare un segnale chiaro e inconfondibile sul tema.

TRANSIZIONE ENERGETICA TROPPO LENTA

Il processo di transizione verso l’energia pulita è “troppo lento per portare le emissioni globali in un declino sostenuto verso lo zero netto”, si legge nel rapporto dell’International Energy Agency.

“Nonostante tutti i progressi compiuti dalle energie rinnovabili e dalla mobilità elettrica, il 2021 sta assistendo a un grande rimbalzo nell’uso di carbone e petrolio”, continua l’IEA spiegando che è “in gran parte per questo motivo, che si sta assistendo al secondo aumento annuo delle emissioni di CO2 nella storia”.

DOMANDA PETROLIO: PICCO NEL 2025

La domanda globale di combustibili fossili potrebbe raggiungere il picco entro il 2025, a 97 milioni di barili al giorno per poi scendere di circa 1 milione di barili al giorno all’anno fino al 2050.

La domanda di petrolio potrebbe dunque restare a tre quarti dei livelli attuali entro il 2050, mancando di gran lunga gli obiettivi climatici, ha affermato l’IEA nel suo ultimo World Energy Outlook, indicando un consumo di 77 milioni di barili al giorno a fronte dei 100 mln attuali.

Per raggiungere gli obiettivi climatici la domanda di petrolio dovrebbe scendere a 25 milioni di barili al giorno entro il 2050.

DOMANDA GAS NATURALE AUMENTERA’ ANCORA PER 5 ANNI

La domanda di gas naturale è vista crescere per i prossimi 5 anni mentre quella di carbone subirà un rapido declino strutturale.

BIROL (IEA): SERVONO PIU’ INVESTIMENTI

Mentre le vendite di veicoli elettrici hanno raggiunto nuovi record nel 2020 e le fonti rinnovabili come l’eolico e il fotovoltaico hanno continuato la loro rapida crescita, l’IEA ritiene che gli investimenti per l’energia pulita siano ancora troppo pochi. “Non stiamo investendo abbastanza per soddisfare il fabbisogno energetico futuro e le incertezze stanno preparando il terreno per un periodo volatile a venire”, ha tuonato Birol.

Back To Top