skip to Main Content

Si apre la partita delle nomine in Cdp, Fs e Rai

Mef

 

Amministrazione pubblica e cacciatori di teste al lavoro, entro agosto la scelta su 55 poltrone in 27 enti

“La partita delle nomine è formalmente aperta. A ricordare la scadenza per il rinnovo dei vertici delle società pubbliche, le caselle più importanti sono in Cdp, Ferrovie e Rai, è la direttiva del ministro dell’Economia, Daniele Franco, che rispolvera le procedure per individuare i componeti degli organi sociali delle partecipate del suo ministero”. Lo scrive il Corriere della Sera spiegando che “l’istruttoria su caratteristiche e competenze dei candidati è affidata al dipartimento del Tesoro, affiancato dai cacciatori di teste (i consulenti di Egon Zehnder sono al lavoro sulla Rai) con un “ruolo di ‘impulso’ dei ministeri di competenza (per esempio Infrastrutture sovrintende su Ferrovie) nonché le prerogative della presidenza del Consiglio dei ministri, ossia del premier Draghi”.

“Il conto allarovescia in pratica è già partito – ribadisce La Stampa -: su 500 poltrone nelle società partecipate o controllate dallo Stato in ballo, tempo pochi giorni e si inizierà subito con le più importanti” vale a dire Cdp ed Fs dove gli ad Fabrizio Palermo e Gianfranco Battisti “hanno buone ragioni per confidare in una decisione all’insegna della continuità, entrambi presentano infatti buoni risultati”.

“In attesa dei pezzi da novanta, e delle altre nomine nelle controllate del Mef, di Eni, Enel, Poste e Leonardo, secondo l’ultimo monitoraggio svolto dal Centro studi CoMar, ci sono altre 55 poltrone in 27 enti pubblici di rilevanza nazionale da definire entro agosto: parchi nazionali, autorità portuali, e poi Enac, Cnr, Invalsi, Inapp e Infm, Covip e Ismea, oltre a due posti di consigliere alla Consob e all’Antitrust per i quali proprio Camera e Senato hanno appenainiziato a raccogliere le candidature”.

Back To Top