Fact checking e fake news

Tempa Rossa: riavviata produzione del centro olio e studio di affidabilità in corso

Tempa Rossa

Durante la fase iniziale del riavviamento degli impianti del Centro Olio è previsto il verificarsi di fenomeni di visibilità della torcia di sicurezza dell’impianto.

“Dopo l’interruzione dell’emungimento da tutti i pozzi della Concessione, avvenuta il 24 marzo scorso per consentire l’esecuzione di una manutenzione straordinaria,sono in corso le attività propedeutiche alla ripartenza, prevista per la giornata di domani (oggi, ndr), al fine di riavviare la produzione del Centro Olio secondo un programma predisposto da Total e validato dalle Autorità competenti”. È quanto si legge in una nota di Total in merito all’impianto di Tempa Rossa.

COSA PREVEDE IL PROGRAMMA

“Il programma prevede la ripresa della funzionalità di tutte le unità del Centro Olio sino alla prossima fermata generale, prevista a conclusione dello Studio di Affidabilità tuttora in corso,la cui tempistica e durata sono in funzione delle risultanze dello studio stesso. Pertanto, con gli interventi manutentivi appena conclusi e la predisposizione dello Studio di Affidabilità, si prosegue nella direzione, condivisa con la Regione Basilicata, di accelerazione del processo di graduale stabilizzazione degli impianti. Fenomeni di incremento della visibilità della fiamma dalla torcia di sicurezza del Centro Olio, rispetto alle normali condizioni di funzionamento, sono fisiologici durante la fase di riavviamento degli impianti”, sottolinea la nota.

DATI QUALITA’ ARIA CONDIVIDI IN TEMPO REALE

A tal proposito, Total sottolinea che i dati delle centraline di qualità dell’aria “sono condivisi con Arpabin tempo reale, e successivamente pubblicati sul sito internet di Total E&P Italia, sulla pagina internet della Regione Basilicata e mediante l’APP Tempa Rossa. Nella sezione ‘Monitoraggio ambientale’ dell’APP Tempa Rossa, disponibile gratuitamente negli store Apple e Google Play, gli utenti possono visualizzare i dati relativi alla qualità dell’aria, agli odori e ai rumori rilevati dalle 15 stazioni fisse di monitoraggio facenti parte del ‘Progetto di Monitoraggio Ambientale’ approvato dalla Regione Basilicata con DGR 877/19 e dislocate sul territorio della Concessione Gorgoglione”, conclude la nota.