Fact checking e fake news

Tullow Oil: siglato il closing con Total per gli asset in Uganda

total

Total pagherà 500 milioni di dollari in contanti al completamento dell’affare e 75 milioni quando verrà presa una decisione di investimento finale sul progetto.

Si completa, dopo anni, il lungo processo che ha visto impegnata Tullow Oil nella vendita dei suoi asset in Uganda a Total, il primo passo in un programma di dismissioni cruciale per ridurre il debito della compagni britannica. Secondo quanto riferisce Bloomberg, dopo la notizia le azioni sono subito balzate verso l’alto, fino al 75%.

PREZZO FISSATO IL 575 MILIONI DI DOLLARI

L’azienda del Regno Unito ha accettato di cedere l’intero pacchetto del progetto di sviluppo del lago Albert alla major francese per 575 milioni di dollari, con uno sconto notevole sull’accordo originale del 2017 – ostacolato da disaccordi fiscali – ma con più liquidità anticipata che darà ristoro ai conti disastrosi di Tullow.

NOTIZIA POSITIVA SECONDO GLI ANALISTI

“Un accordo per vendere gli asset dell’Uganda per i proventi in contanti è una notizia molto positiva per Tullow in questo momento – ha dichiarato Mark Wilson, analista di Jefferies, in una nota -. Come primo passo verso l’obiettivo di raccogliere oltre 1 miliardo di dollari, questo accordo va oltre ciò che credevamo possibile”.

I DETTAGLI DELL’OPERAZIONE

Più nel dettaglio, la società venderà la sua quota del 33,3% nella gestione del progetto, ha dichiarato la presidente Dorothy Thompson in un’intervista. Total pagherà 500 milioni di dollari in contanti al completamento dell’affare e 75 milioni quando verrà presa una decisione di investimento finale sul progetto.

TEMPO DI CAMBIAMENTI PER TULLOW OIL

La vendita a Total è il secondo grande annuncio di questa settimana per Tullow, dopo che all’inizio della scorsa settimana era stato nominato il nuovo amministratore delegato, Rahul Dhir, fondatore e CEO di Delonex Energy, che inizierà a occuparsi dell’azienda britannica a partire dal 1 luglio. Il suo predecessore Paul McDade e il direttore Esplorazioni di Tullow Angus McCoss si sono dimessi a dicembre dopo che la società ha tagliato le sue prospettive di produzione e sospeso il dividendo.

Le dimissioni hanno segnato un anno terribile per Tullow, che ha visto crollare il suo accordo in Uganda ma anche registrare problemi in Kenya, difficoltà tecniche in Ghana e risultati deludenti dai pozzi in Guyana.

La transazione in Uganda includerà l’oleodotto dell’Africa orientale. Saranno effettuati pagamenti condizionati a Tullow legati alla produzione e ai prezzi del petrolio, attivati quando i prezzi del Brent saranno superiori a 62 dollari al barile.