Fact checking e fake news

Tutti i numeri (record) di Acea

Il 2018 è stato un anno da record per Acea. La multiutility, partecipata per il 51% dal Comune di Roma, al 23,3 da Suez e al 5,07 da Caltagirone, ha registrato utili in aumentato del 50% e un’importante crescita degli investimenti.

I NUMERI DEL 2018

“L’Ebitda di 933 milioni, con un +11% superiore alla guidance. L’Ebit a 469 milioni con un +33%. E poi utili di 271 milioni (+50%), 631 milioni di investimenti nel 2018 (+19%). Un indebitamento di 2,56 miliardi e un dividendo di 0,71 euro (+13%)” sono alcuni dei dati finanziari forniti dall’ad Stefano Donnarumma.

GLI INVESTIMENTI

“Acea è un’azienda che vive di investimenti, che rappresentano anche lo sviluppo del business. Nel 2018 abbiano registrato 330 milioni nel settore idrico con un incremento di 58 e 238 milioni nel settore energia e nelle reti elettriche con un aumento di 29 milioni. Altri 5 milioni in piu’ rispetto all’anno scorso sono stati investiti nel settore ambiente e altri 5 nel commerciale”, ha affermato l’ad della multiutility.

IL FUTURO PROSSIMO DI ACEA

“Prevediamo ulteriori investimenti nel 2019 del 10% toccheremo i 700 milioni confermando l’importanza strategica in tutto il Centro-Sud Italia dove siamo la piu’ grande stazione appaltante. Produciamo lavoro per migliaia di persone: 9.000 sono i nostri dipendenti”, ha detto Donnarumma.

RAGGI: UNA SVOLTA NELLA GESTIONE

“Volevo fare le congratulazioni ai vertici per gli straordinari risultati economici, finanziari e gestionali”,  ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervenendo all’assemblea di Acea. Il 2018 “è stato un anno da record”,  “con risultati mai raggiunti che dimostrano l’impegno di Acea che si sono tradotti in investimenti nella rete idrica ed elettrica ed una manutenzione senza precedenti”.

“La svolta vera e propria che la nuova governance ha impresso nella gestione della azienda” ha portato a “un indubbio miglioramento del servizio offerto ai cittadini che sono al centro e non mi permetto di chiamare utenti”.