Senza categoria

Venezuela, calano le esportazioni di petrolio in Usa

petrolio

Un calo del 12% rispetto al mese precedente. Questa la flessione registrata a luglio nelle esportazioni di petrolio dal Venezuela agli Stati Uniti. Una flessione che gli analisti ricollegano alle sanzioni inflitte a Pdvsa, la compagnia petrolifera statale del Venezuela.

A luglio, il flusso di esportazioni di greggio si è ridotto a 494mila barili al giorno, per la prima volta sotto la soglia dei 500mila. Il calo è ancora più consistente se considerato su base annuale, ovvero sulle esportazioni registrate nel luglio del 2017 (-22%).

A contribuire in maniera decisiva alla contrazione dei flussi, il contenzioso fra la compagnia americana Conosco Phillips contro la Pdvsa, che ha portato al congelamento di alcuni assetti della società venezuelana. L’obiettivo di Conosco Phillips è recuperare circa due miliardi di debiti. Nei fatti, l’azione legale ha messo in ulteriore difficoltà la società sudamericana, che nel primo semestre del 2018 aveva già rimborsato un miliardo di dollari e punta a estinguere il proprio debito entro la fine del 2020.

Le difficoltà di Pdvsa si innestano su un contesto particolarmente complicato, con il Venezuela preda di una crisi economica senza precedenti e un’inflazione a livelli record. Ciononostante, in una nota diffusa dall’agenzia stampa russa Sputnik, la società punta a “unire le forze con altre compagnie nazionali per implementare il piano di produzione 2018”.