Energie del futuro

Nucleare, oggi la firma di un accordo tra Polonia e Stati Uniti

nucleare polonia stati uniti

La Polonia vuole dotarsi di 6-9 gigawatt di capacità nucleare entro il 2040, e intende coinvolgere gli Stati Uniti

Oggi la Polonia firmerà un accordo di collaborazione con gli Stati Uniti d’America per lo sviluppo delle sue prime centrali nucleari. A rivelarlo è stato il quotidiano polacco Dziennik Gazeta Prawna.

LA FIRMA DURANTE IL VERTICE DEL TRIMARIUM

L’accordo sarà firmato da Piotr Naimski, che si occupa della sicurezza energetica polacca, e dal segretario dell’Energia americano Dan Brouillette ai margini del vertice dell’Iniziativa dei tre mari a Tallinn, la capitale dell’Estonia. L’Iniziativa dei tre mari (o Trimarium) è un forum che riunisce dodici stati europei compresi tra i mari Adriatico, Baltico e Nero; il progetto punta a favorire l’integrazione della zona, anche da un punto di vista energetico.

L’ANTICIPAZIONE DI DUDA

Il presidente polacco Andrzej Duda aveva anticipato il raggiungimento di un accordo sul nucleare con gli Stati Uniti durante la sua visita alla Casa Bianca, lo scorso giugno.

LA SITUAZIONE ENERGETICA DELLA POLONIA

Al momento la Polonia produce circa il 70 per cento della sua elettricità a partire dal carbone. Farne a meno non sarà semplice, anche perché il combustibile è particolarmente radicato nel paese, specialmente nella regione meridionale della Slesia, dove si è iniziato a produrlo alla fine del diciottesimo secolo.

Ciononostante, la Polonia vuole dotarsi di 6-9 gigawatt di energia nucleare entro l’inizio degli anni 2040.

La costruzione della prima centrale nucleare dovrebbe iniziare nel 2026; quella della seconda nel 2032. Il primo reattore, invece, dovrebbe essere operativo dal 2033.

Per raggiungere l’obiettivo, Varsavia ha bisogno di attirare investimenti esteri. Stando a quanto riportato da Bloomberg, il governo polacco preferirebbe coinvolgere gli Stati Uniti nel progetto. Proprio per il suo orientamento filo-americano la Polonia viene descritta – ormai da tempo – come la nuova sponda di Washington in Europa.