Territori

Aeb e A2A, la Lega toglie il veto: sì a partnership

Lega

Quella del Carroccio, rappresenta un’uscita a sorpresa “visto che pochi giorni fa la Lega, unendosi al coro dei gruppi di minoranza, aveva manifestato forti perplessità sul futuro della municipalizzata. Soprattutto per questioni di metodo

Dopo le critiche espresse dal gruppo consiliare della Lega il commissario provinciale del Carroccio Andrea Villa ha benedetto lo studio di fattibilità per una partnership sempre più stretta tra il gruppo brianzolo Aeb-Gelsia e A2A.

LA BENEDIZIONE DELLA SEGRETERIA PROVINCIALE DEL CARROCCIO

Secondo quanto riporta Il Giorno di Monza e Brianza “ancora prima del benestare in Consiglio comunale da parte degli esponenti del Carroccio, però, la benedizione arriva direttamente dalla segreteria provinciale che ha voluto far sapere che vede di buon grado l’operazione in attesa di conoscere il contenuto nei minimi dettagli”.

VILLA (LEGA): PUO’ RAPPRESENTARE UN PERCORSO VIRTUOSO

“Questa partnership industriale tra il Gruppo Aeb e A2A – spiega Andrea Villa, commissario provinciale della Lega – può rappresentare un percorso virtuoso e di crescita. Per questo sarà necessario attivare un processo di confronto e ascolto con il territorio che consentirà di sviluppare un progetto industriale serio, utile a garantire e rafforzare una gestione strategica dei punti di contatto”, si legge su Il Giorno. “Servono regole certe e precise per agire nella massima trasparenza e nell’interesse collettivo. Per questo la Lega presenterà delle mozioni nei consigli comunali, interessati territorialmente, affinché vengano garantiti determinati criteri, quali ad esempio il rafforzamento dell’identità e della riconoscibilità sul territorio, e si possano stabilire e circoscrivere gli ambiti di interesse nei quali intervenire e le relative modalità di applicazione”, ha aggiunto sempre Villa in una serie di dichiarazioni raccolte dal Giornale di Monza.

LA LEGA ERA CONTRARIA ALL’INIZIO

Quella di Villa, e del Carroccio, rappresenta un’uscita a sorpresa “visto che pochi giorni fa la Lega, unendosi al coro dei gruppi di minoranza, aveva manifestato forti perplessità sul futuro della municipalizzata. Soprattutto per questioni di metodo: in particolare non era stato per nulla gradita la comunicazione del sindaco Alberto Rossi, avvenuta attraverso i giornali invece che nella sede istituzionale del Consiglio comunale”, spiega Il Giorno.

LA PARTNERSHIP SIGLATA LO SCORSO 17 OTTOBRE

A2A e il gruppo Ambiente Energia Brianza avevano siglato una lettera di intenti per realizzare una possibile partnership e la costituzione del polo lombardo delle multiutility, lo scorso 17 ottobre. “Le due aziende hanno approvato l’avvio di uno studio di fattibilità della durata di 45 giorni, con la finalità di definire la possibile struttura e le linee guida strategiche della partnership, di identificare obiettivi industriali e operativi nonché i principali benefici per gli azionisti e per il territorio”, si legge in una nota apparsa su Reuters.

IL GRUPPO AEB

Il gruppo Aeb (che controlla la utility Gelsia attiva nella vendita di gas metano ed energia elettrica) conta più di 600 dipendenti e opera principalmente nei comuni della Brianza, servendo un totale di 450.000 abitanti e oltre 200.000 clienti. Il totale dei ricavi consolidati del 2018 è stato pari a oltre 220 milioni di euro, si legge nel sito della società.

UN CONSOLIDAMENTO PER LE UTILITY LOMBARDE

Se anche questa iniziativa andasse in porto, dopo Acsm-Agam e il polo dell’alta Lombardia e Lgh (Cremona, Pavia e Lodi), la superutility lombarda consoliderebbe tutte le utility della regione con l’eccezione della sola Tea Mantova.