Territori

Agsm: utile 2019 a 29 mln, prosegue percorso fusione con Aim-A2A

Agsm

Finocchiaro: L’obiettivo è assicurare un ulteriore rafforzamento industriale dell’intero gruppo Agsm

Il Consiglio di Amministrazione di Agsm Verona SpA, la holding multiutility di verona, ha approvato il Bilancio consolidato 2019, che supera per la prima volta il miliardo di ricavi, per un totale del valore della produzione pari a 1,15 miliardi, +23% sul 2018.

SALE IL MOL, RADDOPPIA L’UTILE NETTO

Sale anche il mol, da 87 a 98 milioni, e l’utile netto quasi raddoppiato da 16 a 29 milioni. “L’intero gruppo Agsm ha fatto segnare, nel corso del 2019, una crescita importante. Ancora più significativa perché ha carattere prettamente industriale, e non è legata alle variazioni di costi delle fonti di energia intermediate”, ha affermato il presidente Daniele Finocchiaro.

AUMENTANO I VOLUMI DI ELETTRICITÀ VENDUTA, STABILE IL GAS

Complessivamente, tutte le aree di business in cui è attivo il gruppo hanno contributo alla crescita del fatturato. Tra queste – riferisce una nota -, di particolare rilievo la performance che riguarda i volumi di energia elettrica venduti, passati, sempre tra 2018 e 2019, da 2 a 3,6 TWh. Stabili, invece, quelli del gas, a quota 300 milioni di metri cubi. In termini più generali, la base clienti del gruppo è cresciuta fino ad arrivare a 487mila punti di fornitura rispetto ai 429mila del 2018.

PROSEGUE PERCORSO CON AIM-A2A

“Questi risultati – ha sottolineato il presidente Finocchiaro – ci consentono di affrontare nelle migliori condizioni il percorso avviato con Aim Vicenza e A2A, che procede secondo le tempistiche previste, con l’obiettivo di assicurare un ulteriore rafforzamento industriale dell’intero gruppo all’interno di uno scenario di mercato destinato a conoscere dei profondi cambiamenti nel medio e lungo periodo”.

BENE PRODUZIONE ENERGIA, AMBIENTE ED EFFICIENZA ENERGETICA PUBBLICA

La produzione di energia (proveniente per il 28% da fonti rinnovabili) contribuisce al 31% del mol di gruppo, la distribuzione di energia elettrica e gas per un ulteriore 31%, la vendita per il 27% e l’ambiente per il 7%. Il risultato del settore ambiente è positivo per 1 milione, quello dell’efficienza energetica pubblica ha portato alla gestione dell’illuminazione in 14 comuni del veronese con un risparmio a regime per gli enti pubblici intorno al 50-60%.

FINOCCHIARO: IN QUESTO DRAMMATICO MOMENTO VOGLIO RINGRAZIARE TUTTI I NOSTRI DIPENDENTI

“In questo drammatico momento di emergenza che sta vivendo il Paese – ha concluso il presidente Finocchiaro – voglio ringraziare tutti i nostri dipendenti che stanno continuando a garantire, con l’efficienza di sempre, l’erogazione dei servizi essenziali sul territorio. Rappresentiamo una risorsa strategica per tutta la comunità’ di Verona e siamo ancora più decisi e determinati a fare la nostra parte per supportare l’intero territorio e il suo tessuto economico”.