skip to Main Content

Aie prevede forte rimbalzo della domanda globale di petrolio nell’ultima parte dell’anno

Aie

L’Aie ha aumentato la sua stima della domanda di petrolio nel 2022 di 100.000 barili al giorno a 99,4 milioni di barili al giorno e ora vede la domanda mondiale di petrolio aumentare di 5,2 milioni di barili al giorno quest’anno e di 3,2 milioni di barili al giorno nel 2022

La domanda mondiale di petrolio è destinata a rimbalzare il mese prossimo a causa del recente impatto della variante delta del COVID-19, con il consumo nei mercati petroliferi destinato a restringersi prima della fine dell’anno nel caso in cui l’Iran rimarrà sotto sanzioni. Lo ha affermato l’Agenzia internazionale per l’energia nel suo bollettino mensile.

LE STIME DI AIE

Con un’impennata delle restrizioni alle attività in un certo numero di paesi da luglio per frenare l’aumento delle infezioni da COVID-19, l’Aie ha infatti rivisto al ribasso la sua stima della domanda globale di petrolio del terzo trimestre di 200.000 barili al giorno.

Nonostante la domanda più debole del terzo trimestre, l’Aie ha affermato di essere ora più ottimista sul COVID-19 grazie ai progressi nella produzione di vaccini, nelle vaccinazioni e nelle misure di allontanamento sociale meno restrittive in molti paesi.

SEGNALI DI DIMINUZIONE DI CASI COVID

“Già stanno emergendo segnali di casi di COVID in calo, con la domanda che ora dovrebbe rimbalzare di 1,6 milioni di barili al giorno a ottobre e che continuerà a crescere fino alla fine dell’anno – ha affermato l’Aie -. La forte domanda repressa e i continui progressi nei programmi di vaccinazione dovrebbero sostenere un robusto rimbalzo dal quarto trimestre del 2021”.

LE PREVISIONI PER IL 2021 E IL 2022

L’Aie ha aumentato la sua stima della domanda di petrolio nel 2022 di 100.000 barili al giorno a 99,4 milioni di barili al giorno e ora vede la domanda mondiale di petrolio aumentare di 5,2 milioni di barili al giorno quest’anno e di 3,2 milioni di barili al giorno nel 2022, un taglio di 105.000 barili al giorno e un aumento di 85.000 b/g, rispettivamente.

DAL GAS AL PETROLIO

A causa degli alti prezzi del gas naturale e del Gnl in Europa e in Asia, l’Aie ha affermato di prevedere un aumento dell’utilizzo da parte di diversi paesi di petrolio per la produzione di energia nei prossimi mesi.

Con il probabile passaggio da gas a petrolio concentrato nei paesi del Medio Oriente, Indonesia, Pakistan e Bangladesh, l’Agenzia internazionale per l’energia ha dichiarato di aspettarsi da 150.000 a 200,00 b/g di domanda aggiuntiva di carburante/greggio dal terzo trimestre del 2021 al primo trimestre del 2022.

Entro la fine del 2021, l’Aie vede il consumo di petrolio raggiungere 99,1 milioni di barili al giorno, circa 4,7 milioni di barili al giorno in più rispetto a fine 2020, ma ancora 1,1 milioni di barili al giorno in meno rispetto alla fine del 2019.

Nel complesso, l’Agenzia internazionale per l’energia vede la domanda globale di prodotti petroliferi tornare ai livelli del 2019 nel 2022, nonostante un ritardo di 1,3 milioni di barili al giorno nella domanda di jet e cherosene rispetto ai livelli del 2019.

live
Back To Top