Territori

Aim, lascia il dg Vianello dopo 30 anni. Al suo posto Guarnieri

Aim

Si perde un altro tassello importante in Aim dopo Fabio Trolese che la scorsa settimana ha lasciato il suo ruolo di direttore generale di Viacqua per motivi professionali personali

“Dario Vianello va in pensione. Lo comunica ufficialmente Aim con una nota arrivata nel pomeriggio di ieri. Certo, potrebbe sembrare una notizia come un’altra. In realtà l’uscita di scena di quello che è stato il punto di riferimento dell’azienda fa rumore. ‘Dopo più di trent’anni al servizio di Aim – si legge nel comunicato stampa inviato da San Biagio – va in pensione il direttore generale Dario Vianello che, dal 29 febbraio, lascia il suo storico ufficio di San Biagio da cui ha accompagnato un pezzo di storia della principale municipalizzata di Vicenza’”. Lo scrive Il Giornale di Vicenza.

GUARNIERI PRO TEMPORE

“Come messo nero su bianco dall’azienda ‘già direttore amministrativo, nella seconda fase della sua carriera ha raggiunto la principale apicalità attraversando tutte le trasformazioni dell’azienda con una presenza riservata ma efficace’. Dal presente al futuro: ‘Il dott. Vianello, al quale vanno i ringraziamenti per il lavoro svolto dell’amministratore unico Gianfranco Vivian, verrà temporaneamente sostituito dall’ing. Renato Guarnieri, attuale direttore tecnico di Servizi a Rete srl’. Temporaneamente, appunto. Significa che da qui alle prossime settimane qualcosa si muoverà all’interno della società di San Biagio. Il tutto nel pieno ciclone Aim-Agsm-A2a”, prosegue il quotidiano.

UN ALTRO TASSELLO ESCE DOPO FAABIO TROLESE

“Sarà curioso, quindi, capire quali saranno le scelte dell’amministratore unico Vivian. L’uscita di Vianello rappresenta la chiusura di un’era per Aim e anche per Vicenza che proprio nelle scorse settimane ha perso un altro tassello importante. Trattasi di Fabio Trolese che ha lasciato il suo ruolo di direttore generale di Viacqua ‘esclusivamente per motivi professionali personali. Non c’è alcun retroscena’, aveva detto”, conclude il quotidiano.