Territori

Al via la costruzione della sezione italiana di Tap

tap

Lo ha annunciato Lisa Givert, Communications Manager di TAP AG

È in corso la costruzione della sezione italiana del gasdotto transadriatico (Tap), progettato per il trasporto di gas naturale azero verso l’Europa. Lo ha annunciato Lisa Givert, Communications Manager di Tap AG, il gestore del gasdotto, secondo quanto riportato dal sito azero Azertag.

IL PUNTO SUI LAVORI

tap“La costruzione di un microtunnel, lungo 1,5 km, nella città di Melendugno è già stata completata. Proseguono i lavori di completamento della costruzione della tratta italiana e del terminale ricevente. Il 32% dei lavori di costruzione del terminale ricevente è già stato completato. Inoltre, 3 km di tubi dal tratto (circa 8 km) di Tap che attraverserà l’Italia sono stati calati nello scavo”, ha detto la Givert.

L’INTERA TRATTA A BUON PUNTO

Complessivamente, sull’intera tratta, è stato realizzato oltre l’88,5% dei lavori di Tap, compresi i lavori di ingegneria, approvvigionamento e costruzione. Il 99% dei tubi della sezione greca, albanese e italiana del gasdotto transadriatico sono stati interrati e più del 95% dei terreni utilizzati per la costruzione di questi tratti, ripristinati.

VERIFICA DEGLI INTERESSI DEI FORNITORI DI GAS

Il consorzio Tap ha anche avviato l’attuazione di un contratto di prova per verificare gli interessi dei fornitori di gas naturale. L’obiettivo è quello di esplorare le opportunità di espansione di Tap nella fase successiva.

SAIPEM PER LA POSA DEI TUBI IN ADRIATICO

La società italiana Saipem, responsabile della costruzione della sezione sottomarina Tap, ha utilizzato la nave Castoro 10 per svolgere le sue operazioni. I primi tubi con una lunghezza totale di 1,8 km hanno raggiunto la costa non lontano da Fier (Albania). La discesa dei tubi nelle acque poco profonde dell’Albania è stata seguita dalla posa di cavi a fibre ottiche. Tap AG ha iniziato i lavori di costruzione della sezione sottomarina nell’ottobre scorso.