Scenari

Clima, lo scorso mese il quinto giugno più caldo mai registrato sulla Terra

clima

I freni naturali che il sistema climatico possiede, come gli eventi di La Niña, non funzionano più come una volta

Giugno 2021 è stato il quinto mese più caldo mai registrato sulla Terra, secondo i nuovi dati pubblicati dalla National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA).

Le temperature della superficie terrestre sono state le più calde che siano mai state durante il mese negli ultimi 142 anni di registrazione strumentale, ma le temperature oceaniche non si sono classificate così bene.

I rapporti mensili sulla temperatura potrebbero non significare molto a lungo termine, ma si sommano nel tempo alle tendenze a cui gli scienziati del clima prestano la massima attenzione visto che il clima continua a riscaldarsi a causa principalmente della combustione di combustibili fossili.

2021 TRA I PRIMI SEI O SETTE ANNI PIU’ CALDI MAI REGISTRATI

Nonostante l’influenza rinfrescante de La Niña nell’Oceano Pacifico tropicale durante l’ultima parte del 2020 e l’inizio del 2021, quest’anno è ancora in corsa per essere tra i primi sei o sette più caldi mai registrati.

L’EFFETTO NIÑA

“È un’indicazione che i freni naturali che il sistema climatico possiede, come gli eventi di La Niña, non funzionano più come una volta, data la maggiore influenza dei livelli sempre più elevati di gas serra nell’atmosfera”, sottolinea Axios secondo cui c’è ancora la speranza che si verifichi un “doppio tuffo” per La Niña che se si svilupperà entro la fine dell’anno, come prevedono alcuni modelli di computer, potrebbe influenzare le temperature che potrebbero rimbalzare più bruscamente alla fine di quest’anno e all’inizio del 2022.