Territori

Concessioni idro, il dg di Alperia non si sbilancia su possibili sinergie con Dolomiti Energia

Concessioni

La vicenda si riferisce all’avvio dell’iter in terza commissione del consiglio provinciale del percorso che dovrebbe concludersi a fine marzo sulla riassegnazione di concessioni di grandi derivazioni d’acqua a scopo idroelettrico.

“ ‘È precoce ora parlare di una sinergia con Dolomiti Energia per le concessioni’. Il tema è delicato, per questo Johann Wohlfarter, direttore generale di Alperia, non si sbilancia. L’assessore all’energia del Trentino Mario Tonina, nell’illustrare in commissione la riforma del comparto da cui dipende il rinnovo di 17 concessioni idroelettriche ha auspicato una partnership tra De e Alperia. ‘Abbiamo due società in comune — dice — E Neogy non è nata per caso, un certo tipo di businness si fa meglio su larga scala. Valutiamo tutte le opzioni e ne discutiamo prima con gli azionisti’”. È quanto si legge sul Corriere del Trentino.

L’ITER PER LA RIASSEGNAZIONE DELLE CONCESSIONI IDRO

La vicenda si riferisce all’avvio dell’iter in terza commissione del consiglio provinciale del percorso che dovrebbe concludersi a fine marzo in aula del disegno di legge 49 proposto dall’assessore all’ambiente e all’energia Mario Tonina sulla riassegnazione di concessioni di grandi derivazioni d’acqua a scopo idroelettrico. Sulla base della nuova legge la Provincia assegnerà 17 concessioni, di cui una (Taio – S. Giustina) già scaduta il 31 dicembre 2018 mentre le altre 16 scadranno il 31 dicembre di quest’anno: tutte andranno comunque assegnate entro il 31 dicembre del 2023. Alex Marini (M5S) ha chiesto più tempo per discutere il ddl e favorire un processo partecipato che raccolga il contributo di esperti e cittadini anche attraverso un’apposita conferenza di informazione che il Consiglio potrebbe organizzare.