Fact checking e fake news

Dl Rilancio, ecco cosa entra e cosa esce dall’ultima bozza

Governo

Nel Dl Rilancio scompare il bonus mobilità da massimo 500 per l’acquisto di monopattini e bici ma rimangono plastic tax, taglio bollette per le pmi e la soppressione del Comitato tecnico istruttorio della Via-Vas

Rimangono confermate le norme sul taglio degli oneri di sistema nelle bollette delle Pmi, e quella sui certificati bianchi. Così come la cessione del credito corrispondente alle detrazioni fiscali e semplificazione di alcune norme in materia di interventi di efficienza energetica e le disposizioni in materia di rate di acconto per il pagamento dell’accisa sul gas naturale e sull’energia elettrica. Da formulare ancora l’ecobonus sull’efficienza energetica. Mentre scompare il bonus mobilità da massimo 500 per l’acquisto di monopattini e bici. Queste le principali novità dell’ultima bozza del Dl Rilancio (delle ore 17.30 dell’11 maggio) visionata da ENERGIA OLTRE.

Rimangono anche il differimento della plastic tax al 2021, le misure di sostegno alle zone economiche ambientali e l’emendamento che sopprime il Comitato tecnico istruttorio e, al contempo, estende, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, la possibilità di siglare protocolli di intesa non solo il SNPA ma anche con altri enti pubblici di ricerca come l’ISPRA e il CNR per la Commissione Via-Vas.