Fact checking e fake news

Ecco l’identikit dell’argentino Rafael Grossi, il nuovo capo della Aiea

Aiea

Grossi, diplomatico di carriera con oltre 35 anni di esperienza professionale, è pronto a prendere il comando dell’Aiea il prossimo 3 dicembre

La giunta dei governatori dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) ha eletto l’argentino Rafael Grossi quale direttore generale per il periodo 2020-2024.

BATTUTO IL ROMENO FERUTRA 24 A 10

In un comunicato pubblicato sul portale dell’Aiea si precisa che Grossi ha ottenuto 24 voti, mentre dieci sono andati al romeno Cornel Feruta. La designazione sarà ora sottoposta all’approvazione dell’assemblea generale dell’organismo che fa parte del sistema delle Nazioni Unite.

SUCCEDE A YUKIYA AMANO DECEDUTO A LUGLIO

Grossi è un diplomatico di carriera con oltre 35 anni di esperienza professionale nel campo della non proliferazione e del disarmo, ed è attualmente il rappresentante permanente argentino presso l’Iaea. Sarà il sesto direttore dell’organismo dalla sua fondazione nel 1957. Entrerà in servizio il 3 dicembre e succederà al giapponese Yukiya Amano, deceduto il 18 luglio 2019.

CHI È GROSSI

Il rappresentante argentino, la cui candidatura è stata fortemente sostenuta dal governo di Mauricio Macri, si è distinto in passato come il tecnico che per primo aveva messo in relazione un “evento idro-acustico anomalo” registrato dall’Organizzazione di controllo dei Test nucleari (Ctbto) con l’esplosione del sottomarino argentino Ara San Juan, scomparso il 15 novembre del 2017 con 51 membri dell’equipaggio a bordo nei mari dell’Atlantico del Sud.

IL PLAUSO DI BUENOS AIRES

“L’elezione di un argentino al comando dell’Aiea e’ un riconoscimento alla regione latinoamericana e al suo contributo come zona libera da armi nucleari, per la pace e la sicurezza internazionali”, ha scritto il ministero degli Esteri di Buenos Aires Allo stesso tempo, prosegue la nota, si tratta di “un riconoscimento all’Argentina come un attore di rilievo a livello internazionale in materia nucleare, che possiede un programma nucleare consistente e con una lunga tradizione nell’uso pacifico dell’energia nucleare e una diplomazia attiva nei fori internazionali”.