skip to Main Content

ExxonMobil fissa un obiettivo più alto per la produzione di petrolio in Guyana

ExxonMobil

Exxon ha annunciato solo due settimane fa un’altra nuova scoperta petrolifera chiamata Uaru-2 nel blocco di Stabroek al largo della Guyana.

ExxonMobil ha rivisto al rialzo la sua produzione di petrolio nel 2025 in Guyana sulla scia del suo quarto progetto (Yellowtail) in acque profonde. Secondo nuove stime, Exxon prevede di produrre 800.000 barili al giorno entro il 2025. E la Guyana ha proiezioni ancora più ottimistiche per la sua produzione di petrolio a 1 milione di barili al giorno entro il 2027.

IL PROGETTO YELLOWTAIL

Il quarto progetto della Exxon, il progetto Yellowtail, produrrà 250.000 bp/g, il più grande della Guyana, secondo Exxon. Yellowtail produrrà anche più di Liza-1 e Liza-2, che si trovano a sole 19 miglia a nord-ovest. Le precedenti stime di produzione di Exxon in Guyana per il 2026 erano di 750.000 barili al giorno. Per Yellowtail, Exxon prevede che la produzione inizi alla fine del 2025.

ALTRA SCOPERTA PER EXXONMOBIL

Exxon ha annunciato solo due settimane fa un’altra nuova scoperta petrolifera chiamata Uaru-2 nel blocco di Stabroek al largo della Guyana. Ciò si è aggiunto ai 9 miliardi di barili equivalenti di petrolio di Exxon in più di una dozzina di scoperte nel medesimo blocco.

Exxon e Hess prevedono almeno sei progetti in funzione entro il 2027 e vedono il potenziale per un massimo di 10 navi galleggianti di stoccaggio e scarico di produzione (FPSO) per sviluppare le attuali risorse recuperabili al largo della Guyana.

La Guyana è una delle massime priorità nella strategia della major statunitense di concentrarsi su progetti ad alto rendimento e generatori di cassa che le consentirebbero di aumentare il suo dividendo fino al 2025.

 

Back To Top