skip to Main Content

Gas, chi ha firmato l’accordo per i giacimenti di Tamar e Leviathan

Gas

La Israel Chemicals Ltd ha firmato due accordi con Noble Energy e la israeliana Delek Group per la fornitura di gas in attesa che diventino operativi i giacimenti di Karish e Tanin. Tutti i dettagli nell’articolo di Energia Oltre

L’azienda Israel Chemicals Ltd ha firmato due accordi con Noble Energy e la israeliana Delek Group del valore di oltre 1 miliardo di dollari, per la fornitura di gas naturale proveniente dai campi di gas di Tamar e Leviathan situati al largo delle coste del paese. Il contratto nasce dalla necessità dell’azienda di garantirsi il fabbisogno di combustibile in attesa dell’avvio di produzione dei giacimenti israeliani di Karish e Tanin.

I DETTAGLI

gasLa Israel Chemicals, infatti, ha già raggiunto un’intesa lo scorso dicembre con la società greca Energean Oil & Gas che gestisce i due campi: in base ai termini dell’accordo i greci dovranno fornire per 15 anni, 13 miliardi di metri cubi di gas a fronte di un corrispettivo di 1,9 miliardi di dollari a partire dal 2021. Fino a quel momento saranno però le forniture provenienti da Tamar e Leviathan a provvedere ai bisogni della società israeliana, secondo quanto ha spiegato lei stessa in una dichiarazione alla Tel Aviv Stock Exchange.

LE REAZIONI

I media locali stimano che la Israel Chemicals avrebbe potuto acquistare fino a 6 miliardi di metri cubi di gas da Tamar e Leviathan fino alla fine del 2025 per 1,1-1,2 miliardi di dollari, se l’accordo con Energean non fosse stato concluso.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore