skip to Main Content

Gas Sardegna, consumatori ad Arera: gravi ritardi su regolamentazione

Sardegna

Si garantisca ai cittadini della Sardegna parità di accesso al servizio e di prezzo

Federconsumatori, Adiconsum e Adoc, hanno scritto nei giorni scorsi ad Arera in merito alla metanizzazione della Sardegna, sottolineando la necessità “di giungere nel più breve tempo possibile alla definizione di una regolazione capace di garantire ai cittadini sardi la parità di trattamento in termini di accesso al servizio e di prezzo”.

INDIFFERIBILE E URGENTE UN INTERVENTO REGOLATORIO DEFINITIVO

“Il recente completamento delle prime reti di distribuzione e la prossima messa in esercizio di altre rendono ormai indifferibile e urgente un intervento regolatorio definitivo – scrivono i consumatori -, come testimoniano le numerose richieste di informazioni e chiarimenti che gli utenti sardi, che si rivolgono alle nostre associazioni per avere delucidazioni e certezze”.

GRAVE RITARDO PER IL QUADRO REGOLATORIO CHE L’AUTORITÀ DEVE IMPLEMENTARE

“Esistono dunque le reti, lo scenario infrastrutturale e l’indirizzo politico: segna invece un grave ritardo il quadro regolatorio che l’Autorità deve implementare, per dare concretezza al disegno complessivo e soprattutto per garantire ai consumatori sardi un prezzo del gas allineato a quello del resto d’Italia”, evidenziano i consumatori.

“Sollecitiamo quindi l’Autorità, che ha ormai tutti gli elementi necessari per procedere, ad assumere le decisioni che le competono senza ulteriori indugi, che nella situazione attuale risultano intollerabili”, concludono Federconsumatori, Adiconsum e Adoc.

Back To Top