Energie del futuro

Il gas vivrà un’epoca dell’oro. E supererà il petrolio

gas naturale

Entro il 2034 il gas diventerà la principale fonte di energia

Il gas sarà la fonte fossile che traghetterà il mondo verso le energie rinnovabili. Lo abbiamo detto più volte. Quello che non abbiamo esplicitato, però, è che il gas sta per vivere un’epoca d’oro, che durerà almeno fino alla metà del secolo.

Siamo solo all’alba di questo percorso, ma tra soli vent’anni, come scrive il Daily Telegraph, riportando le previsioni di Remi Eriksen, capo della norvegese DNV GL, questa nuova fonte di energia potrebbe detronizzare il petrolio e diventare la prima fonte di energia.

Cosa è il Gas naturale

gasIl gas naturale è un combustibile fossile, proprio come lo sono il petrolio e il carbone, costituito da una miscela di idrocarburi. Il componente principale del Gas naturale è rappresentato dal metano, ma è composto anche da anidride carbonica, azoto, idrogeno solforato e, in qualche caso, elio, radon e cripton.

Prima che il Gas venga avviato all’utilizzo per la produzione di energia, viene trattato in modo da eliminare l’anidride carbonica, l’azoto e l’idrogeno solforato, tossico e corrosivo.

Fonte fossile più pulita

Dopo il trattamento, quello che resta del Gas naturale è prevalentemente metano. È per questo che si dice che il gas naturale sia molto più pulito delle altre fonti fossili. La sua molecola è costituita, infatti, da 4 atomi di idrogeno e uno di carbonio (CH4): bruciando, è l’idrocarburo che libera la minor quantità di carbonio.

Per comprendere quanto stiamo dicendo, basti sapere che il metano produce emissioni di CO2 inferiori del 25% rispetto alla benzina, del 16% rispetto al Gpl, del 30% rispetto al diesel e del 70% rispetto al carbone. La sua capacità di formare ozono è inferiore del 80% rispetto alla benzina e del 50% rispetto a gasolio e Gpl.

E c’è di più. Facendo particolare riferimento al mondo dei trasporti, possiamo dire che la combustione non rilascia nell’aria residui carboniosi, benzene e polveri ultrasottili PM10, a differenza di benzine e gasolio.

Gas: le previsioni di Remi Eriksen

gasLa dominazione del petrolio, nel settore energetico sta per finire. O almeno, di questo è convinto Remi Eriksen, secondo cui il petrolio tra 10 anni raggiungerà il suo picco massimo per poi calare, mentre il carbone continuerà a vivere una fase di declino.

I prossimi decenni, secondo le previsioni di Eriksen, saranno caratterizzati da un boom delle energie rinnovabli, ma soprattutto dallo sfruttamento del gas naturale, principale fonte di approvvigionamento a partire dal 2030.

“Il gas supererà il petrolio, diventando la più grande fonte di energia al mondo entro il 2034. Entro il 2050 sarà la fonte principale”, ha detto Remi Eriksen.

Tutta l’industria del petrolio si sta muovendo verso lo sfruttamento del gas naturale e continuerà a farlo per anni. Cambierà il loro business e i loro investimenti saranno diretti, soprattutto, verso l’esplorazione e la produzione di gas. Per necessità economica (il crollo del prezzo dell’oro nero)e per necessità ambientale (è la fonte fossile più pulita).

“Ci saranno petrolio e gas in futuro (…) e l’esaurimento delle riserve esistenti sarà più veloce del calo della domanda”, ha detto Remi Eriksen.