Fact checking e fake news

Hera: Semaforo verde dell’Antitrust ad acquisto partecipazioni Ascopiave

Hera

Il gruppo andrà a detenere il controllo esclusivo delle società Ascotrade, Blue Meta, AscopiaveEnergie, Amgas Blu, EstEnergy e di Etra Energia.

L’Antitrust ha dato il via libera all’acquisizione, da parte di Hera Comm e, quindi, del gruppo Hera, delle partecipazioni di Ascopiave nelle società Ascotrade, Blue Meta, Ascopiave Energie, Amgas Blu, EstEnergy, Etra Energia e Asm Set.

CONCENTRAZIONE NON IDONEA A DETERMINARE POSIZIONE DOMINANTE

Secondo l’Authority, infatti, “la concentrazione in esame non appare idonea a determinare la costituzione di una posizione dominante o a modificare in misura significativa le condizioni di concorrenza nei mercati rilevanti citati”. Pertanto, al termine dell’operazione, il gruppo andrà a detenere il controllo esclusivo delle società Ascotrade, Blue Meta, AscopiaveEnergie, Amgas Blu, EstEnergy e di Etra Energia.

IL RISIKO DELLE CONTROLLATE

Inoltre, si legge sul bollettino settimanale dell’Authority, il gruppo Hera si sostituirà ad Ascopiave nel controllo congiunto di Asm Set. Con l’eccezione di Amgas Blu e di EstEnergy (che risulteranno controllate direttamente da Hera Comm), il controllo delle società oggetto di acquisizione da parte del gruppo Hera avverrà tramite la stessa EstEnergy. Le parti hanno stabilito di applicare un obbligo di non concorrenza per 5 anni, fatta eccezione per le forniture di energia elettrica e gas naturale compiute nell’ambito della più ampia attività di generazione distribuita e/o servizi energetici da parte di Asco Energy S.p.A.

NESSUNA RESTRIZIONE SECONDO L’AUTHORITY

“Il patto di non concorrenza sopra descritto può essere considerato una restrizione direttamente connessa all’operazione, in quanto funzionale alla salvaguardia del valore delle aziende acquisite, a condizione che esso abbia una durata non eccedente in periodo di due anni decorrente dalla data di realizzazione della concentrazione, vale a dire dalla data di acquisizione del controllo. Diversamente, le limitazioni relative alle modalità di vendita del gruppo Hera nel Triveneto non possono essere considerate direttamente connesse alla realizzazione della concentrazione e ad essa necessarie, in quanto sono poste a beneficio del venditore e non dell’acquirente. Quanto ai contratti di servizio, essi possono essere considerati direttamente connessi alla realizzazione della concentrazione e ad essa necessari, per un periodo massimo di cinque anni”, sottolinea l’Authority.

IL GRUPPO HERA SVOLGERÀ COMMERCIALIZZAZIONE DI LUCE E GAS NEL TRIVENETO SOLTANTO TRAMITE ESTENERGY

Le parti hanno stabilito, inoltre, che il gruppo Hera svolgerà attività di commercializzazione di energia elettrica e gas nel Triveneto soltanto tramite EstEnergy; e previsto la stipula di contratti di servizio aventi a oggetto prestazioni da parte di Ascopiave in favore delle aziende cedute.