Fact checking e fake news

Italgas, ecco come sono andati i conti 2020

italgas

Paolo Gallo: Abbiamo saputo fronteggiare la più grave crisi globale dal dopoguerra grazie alle scelte strategiche assunte negli anni scorsi.

Via libera del cda Italgas al bilancio 2020 che ha anche deciso di proporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,277 euro per azione (+8,2% rispetto al 2019).

SOCIETÀ CAPACE DI GENERARE SOLIDI RISULTATI ANCHE IN PERIODO COVID

“Le performance registrate da Italgas al 31 dicembre 2020 dimostrano la capacità della Società di continuare a generare solidi risultati economico-finanziarie operativi, grazie alle azioni di efficientamento e di innovazione tecnologica intraprese. Lo confermano i risultati conseguiti nonostante uno scenario caratterizzato dagli effetti negativi derivanti dall’applicazione della regolazione tariffaria dei servizi di distribuzione e misura del gas per il periodo 2020-2025 (Delibera 570/2019/R/gas) e dal perdurare dell’emergenza sanitaria”, ha evidenziato la società in una nota.

COSA DICONO I NUMERI 2020

I ricavi totali adjusted sono stati pari a 1.333,8 milioni di euro(+6,0%)con un Margine Operativo Lordo (EBITDA) adjusted a 971,4 milioni di euro (+7,0%) e un Utile operativo (EBIT) adjusted di 546,8 milioni di euro (+6,0%) e un Utile netto adjusted di 345,4 milioni di euro (+0,1%).

A livello di investimenti tecnici questi sono stati pari a 777,5 milioni di euro(+5,1%) con un Flusso di cassa da attività operativa ammontante a 745 milioni di euro(714,4 milioni di euro nel 2019). L’Indebitamento finanziario netto ha raggiunto i 4.736,5 milioni di euro mentre esclusi gli effetti ex IFRS 16 è stato pari a 4.660,2 milioni di euro.

CONTATORI ATTIVI A QUOTA 7,7 MLN

Per quanto riguarda gli aspetti operativi i Comuni in concessione per il servizio di distribuzione gas sono stati pari a 1.887 per un numero di contatori attivi di 7,7 milioni. La rete di distribuzione gas ha raggiunto gli oltre 73.000 Km.

LA SOSTENIBILITA’

Dal punto di vista della sostenibilità il Gas Leakage Rate (volume emissioni fuggitive di gas/ volume gas vettoriato) è stato pari allo 0,1%. In riduzione del 5,4% l’intensità energetica rispetto al 2019 (calcolata come rapporto tra il totale del consumo energetico del Gruppo edil gas vettoriato); erogate oltre 20.000 ore di formazione su tematiche inerenti alla digitalizzazione.

NEL 2020 POSATI 905 KM DI NUOVE CONDOTTE

Nel corso del 2020 sono stati posati 905 km di nuove condotte,a frontedeicirca 935 km del corrispondente periodo del 2019. In Sardegna l’attività di costruzione delle reti di distribuzione native digitali è proseguita con la posa di circa 334 km superando gli 806 km complessivi su un totale da realizzare di circa 1.100 km.

Il piano di sostituzione dei contatori tradizionali con smart meter di ultima generazione è stato pressoché completato, salvo una quota marginale che sarà ultimata entro l’anno.

GALLO: ABBIAMO SAPUTO FRONTEGGIARE LA PIÙ GRAVE CRISI GLOBALE DAL DOPOGUERRA GRAZIE ALLE SCELTE STRATEGICHE ASSUNTE NEGLI ANNI SCORSI.

“L’emergenza sanitaria e gli effetti fortemente penalizzanti della nuova regolazione tariffaria non hanno intaccato il percorso di trasformazione e sviluppo che oggi vede Italgas archiviare un altro anno all’insegna della crescita – ha commentato Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas -. Abbiamo saputo fronteggiare la più grave crisi globale dal dopoguerra grazie alle scelte strategiche assunte negli anni scorsi. La nostra capacità di reazione è evidente dalla lettura di tutti gli indicatori finanziari e non-finanziari.Abbiamo conseguito un EBITDA adjusted di 971,4 milioni di euro, in crescita del 7% rispetto al 2019, e siamo riusciti a contenere i pesanti effetti della Delibera n. 570/2019/R/gas sull’Utile Netto, riportando un risultato di 345,4milioni di euro in linea conquello dello scorso anno. Nonostante il periodo di lockdown, i nostri investimenti si confermano in leggero aumento attestandosi attorno ai 780 milioni di euro, con un +5% rispetto al 2019. Questi risultati sono stati resi possibili dal processo di trasformazione digitale, avviato nel 2017 e tuttora in corso, che ha permesso al Gruppo di remotizzare buona parte della attività continuando a garantire i servizi essenziali agli oltre 7,7 milioni di clienti operando in totale sicurezza – ha proseguito Gallo -. Le importanti applicazioni, sviluppate nella Digital Factory di Italgas, sono l’esempio più efficace di come il digitale e tecnologie quali l’intelligenza artificiale, il machine learning e la realtà aumentata abbiano elevato il livello di efficienza delle nostre attività.Un risultato raggiunto per l’adozione convinta da parte delle nostre persone dei nuovi strumenti digitali grazie anche a migliaia di ore di formazione dedicata. Sul piano operativo, nonostante il prolungato fermo imposto ai cantieri, sono proseguite le attività per l’estensione, la manutenzione e la digitalizzazione del network su tutto il territorio italiano. In quest’ambito, la Sardegna si conferma il principale incubatore di una nuova generazione di infrastrutture destinata a cambiare il volto della distribuzione del gas in Italia ed in Europa e a contribuire in maniera determinante alla transizione energetica. Sull’isola abbiamo completato circa l’80% dei 1.100 km di reti in progetto, reti native digitali che si preparano ad accogliere anche gas diversi dal metano, come idrogeno, biometano e metano sintetico.Innovazione tecnologica, investimenti, presenza capillare sul territorio e sostenibilità continueranno a essere i nostri driver principali per la creazione di valore per gli azionisti e per le comunità in cui operiamo, nella prospettiva di contribuire attivamente al processo di decarbonizzazione dell’economia e di contenimento delle emissioni fuggitive di metano, incoerenza con le indicazioni della Commissione Ue per i DSO del gas, ritenuti attori essenziali della transizione energetica”, ha concluso Gallo.

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CONVOCA L’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI IL 20 APRILE

Il Consiglio di Amministrazione di Italgas ha convocato per il prossimo 20 aprile, in unica convocazione, l’Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti per deliberare sull’approvazione del Bilancio 2020, sulla proposta di destinazione dell’utile, sulla politica in materia di remunerazione, nonché sulla proposta di adozione di un Piano di co-investimento 2021-2023 destinato a dipendenti delGruppo Italgas. A tal fine, il Consiglio ha deliberato di sottoporre all’Assemblea la proposta di aumento gratuito del capitale sociale mediante emissione di un massimo di 4.500.000 azioni ordinarie della Società, per un importo nominale di massimi 5.580.000 euro da riservare esclusivamente ai beneficiari del suddetto Piano di co-investimento 2021-2023.

Il Consiglio ha deliberato inoltre di proporre all’Assemblea la distribuzione di un dividendo di 0,277 euro per ciascuna delle azioni della Società. Il dividendo sarà messo in pagamento il 26 maggio 2020, con data stacco il 24 maggio 2020.