Territori

Nuovo successo per Eni nell’offshore del Vietnam

eni

I risultati del pozzo rivelano un significativo potenziale dell’accumulo di idrocarburi. Eni Vietnam è l’operatore del Blocco 114 con il 50% di partecipazione; ESSAR E&P detiene il rimanente 50%.

Eni ha annunciato che il pozzo esplorativo perforato nel Blocco 114, situato nel bacino del Song Hong, nell’offshore del Vietnam ha confermato la presenza di gas e condensati nel prospect denominato Ken Bau. I risultati del pozzo rivelano un significativo potenziale dell’accumulo di idrocarburi. Eni Vietnam è l’operatore del Blocco 114 con il 50% di partecipazione; ESSAR E&P detiene il rimanente 50%.

IL POZZO ESPLORATIVO KEN BAU 1X ABBANDONATO IN ANTICIPO PER MOTIVI TECNICI. IL PROSSIMO ANNO NUOVE PERFORAZIONI

Il pozzo esplorativo Ken Bau 1X è situato in 95 metri di profondità d’acqua e ha raggiunto i 3606 metri attraversando diversi intervalli mineralizzati a gas e condensati di sabbie intercalati ad argille di età Miocenica, con un spessore totale netto di reservoir di oltre 100 metri. Il pozzo Ken-Bau 1X è stato abbandonato in anticipo rispetto al programma originario per motivi tecnici prima di raggiungere i livelli profondi che possono contenere importanti risorse aggiuntive. Eni sta già pianificando, per l’inizio del prossimo anno, una campagna di perforazione per provare il significativo potenziale aggiuntivo della scoperta.

ENI È PRESENTE IN VIETNAM DAL 2013

Il risultato di Ken Bau rappresenta una importante svolta nella valutazione del potenziale esplorativo del bacino del Song Hong dove Eni Vietnam opera al 100% anche il vicino Blocco 116. Eni è presente in Vietnam dal 2013 e opera 4 Blocchi localizzati nei bacini sotto esplorati di Song Hong e Phu Khanh, nell’ offshore del Vietnam centrale.