Scenari

Oman, il sultanato si prepara ad aumentare la produzione petrolifera post-Covid

oman

L’Oman aveva recentemente raggiunto una capacità massima di produzione di circa 1 milione di barili al giorno

L’Oman sta programmando un aumento della produzione di greggio fino a 1,1 milioni di barili al giorno quando scadrà l’accordo di fornitura OPEC +. Lo ha riferito a S&P Global Platts una fonte del Ministero del petrolio e del gas del sultanato.

L’accordo OPEC+ dovrebbe durare fino all’aprile 2022, anche se i ministri hanno affermato che potrebbe essere esteso se le condizioni di mercato richiedessero una maggiore limitazione della produzione.

LA CAPACITA’ ATTUALE È DI 1 MLN DI BARILI AL GIORNO

L’Oman aveva recentemente raggiunto una capacità massima di produzione di circa 1 milione di barili al giorno, ma la fonte ha riferito che la quota è diminuita a causa della necessità di chiudere i pozzi per rispettare la quota prevista dall’accordo OPEC +.

RICAVA IL 76% DELLE ENTRATE DA PETROLIO E GAS

L’Oman è il più grande produttore di petrolio del Medio Oriente e non è membro dell’OPEC, ma è parte del patto OPEC + insieme a Russia, Kazakistan e altri sei paesi produttori di petrolio. Ricava il 76% delle entrate del governo proprio dalle attività di petrolio e gas.

A DICEMBRE 720 MILA BARILI AL GIORNO

Ha pompato 720.000 b / g di greggio a dicembre, secondo l’ultima indagine Platts sulla produzione OPEC+, eguagliando la sua quota, che è aumentata a 732.000 b / g per gennaio-marzo.

A febbraio, la produzione di greggio e condensato dell’Oman dovrebbe essere di circa 910.000 barili al giorno.