skip to Main Content

Cosa (non) cambierà all’offerta di petrolio a ottobre

Opec+

La riunione mensile dell’organizzazione dei paesi del petrolio, con Russia e alleati mantiene lo status quo

L’Opec+, comprensiva di Paesi Opec con Russia ed alleati, si è riunita quest’oggi per decidere eventuali modifiche all’offerta di petrolio. La decisione ha portato ad una piccola modifica al ribasso sulla produzione e quindi sull’offerta per il mese di ottobre.

PETROLIO: OFFERTA LEGGERMENTE AL RIBASSO PER OTTOBRE

I produttori di petrolio, riporta tra gli altri Reuters, ridurranno la produzione di 100.000 barili al giorno pari cioè a solo lo 0,1% della domanda globale, per ottobre. La prossima riunione dell’Organizzazione sarà il 5 ottobre, tra un mese esatto. Entro quella data saranno preventivatili anche nuovi incontri per ritoccare la produzione. Mantenuto, dunque, lo status quo sulla produzione.

IL CONTESTO

Il momento energetico è critico. Le restrizioni da Covid 19 in Cina sono riprese, a livello globale la crescita economica fatica a stabilizzarsi come tale.

“L’Opec+ diffida della prolungata volatilità dei prezzi generata dal debole sentimento macro, dalla scarsa liquidità e dai rinnovati blocchi della Cina, nonché dall’incertezza su un potenziale accordo USA-Iran e dagli sforzi per creare un tetto del prezzo del petrolio russo”, ha detto però Matthew Holland di Energy Aspects.

Intanto, le ritorsioni russe proseguono. Anche sul petrolio: il Cremlino ha fatto sapere di voler evitare la vendita a coloro che fisseranno il price cap. A dicembre, invece, scatterà l’embargo europeo. Eppure l’Italia continua a rimpinguare le tasche di Putin.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore