Fact checking e fake news

Petrolio, Usa numeri uno al mondo malgrado la pandemia

petrolio

La produzione di petrolio statunitense è aumentata a luglio fino a superare gli 11 milioni di barili al giorno.

Nonostante le riduzioni della produzione di petrolio all’inizio di quest’anno che non sono completamente tornate operative, gli Stati Uniti hanno mantenuto il loro status globale di fornitore numero uno di petrolio a luglio, davanti a Russia e Arabia Saudita.

I NUMERI

Secondo i dati del database JODI (Joint Organizations Data Initiative), che raccoglie dati auto-riportati da 114 paesi, la produzione di petrolio statunitense è aumentata a luglio fino a superare gli 11 milioni di barili al giorno. Con 11,035 milioni di barili al giorno, la produzione di greggio americano è stata del 5,7% superiore alla produzione di giugno di 10,436 milioni di barili al giorno. Anche la produzione di giugno è aumentata di mese in mese dopo i 10 milioni di barili al giorno di giugno, la più bassa produzione mensile degli Stati Uniti dalla fine del 2017.

L’EXPORT

Anche le esportazioni statunitensi di greggio sono aumentate a luglio rispetto a giugno. Gli Stati Uniti hanno esportato 2.867 milioni di barili al giorno a luglio, rispetto ai 2.753 milioni di barili al giorno di giugno, secondo il database JODI.