Scenari

Svolta storica in Norvegia: il fondo sovrano si tuffa nelle rinnovabili

Norvegia

Secondo gli esperti anche i paesi che si sono arricchiti con i combustibili fossili stanno cambiando rotta consapevoli che il futuro è verde.

Il fondo sovrano norvegese, il più grande del mondo con oltre mille miliardi di dollari di asset, potrà investire in infrastrutture di energia rinnovabile come parchi eolici e parchi solari. Lo ha annunciato il governo norvegese sulla scia di una decisione simile presa da un altro grande fondo petrolifero, quello dell’Arabia Saudita.

POTRANNO ESSERE INVESTITI FINO A 14 MILIARDI DI EURO NELLE ENERGIE VERDI

Il fondo norvegese, che attualmente investe in titoli azionari, obbligazioni e nell’immobiliare, sarà dunque autorizzato a diversificare investendo anche in progetti rinnovabili non quotati in borsa, come ha indicato il ministero delle Finanze. Alimentato dai proventi del petrolio dello Stato norvegese, il fondo ha già una dotazione di 60 miliardi di corone (7 miliardi di dollari) dedicate a investimenti virtuosi sul clima. In precedenza, aveva avvertito che tali investimenti potevano essere a rischio a causa di interferenze politiche. Ma ora la somma che il fondo potrà investire nei progetti verdi è stata raddoppiata e portata a 14 miliardi di dollari.

NON VERRANNO ABBANDONATI I FINANZIAMENTI A GAS E PETROLIO

Non verranno comunque abbandonati gli investimenti nelle materie prime tradizionali. A marzo, il fondo sovrano norvegese ha dichiarato che impiegherà quasi 8 miliardi di dollari in 134 società che esplorano petrolio e il gas, e manterrà le sue partecipazioni in compagnie petrolifere come Shell e BP che hanno divisioni attive anche nelle energie rinnovabili.

ANCHE ALTRI FONDI SOVRANI STANNO AUMENTANDO LA QUOTA DI INVESTIMENTI NELLE RINNOVABILI

Anche altri fondi nazionali costituiti dai profitti petroliferi stanno incrementando i loro investimenti nelle rinnovabili. E tali mosse, secondo gli analisti citati dal quotidiano The Guardian, mostrano che i paesi che si sono arricchiti di combustibili fossili stanno diversificando i loro investimenti e cercando profitti futuri nell’energia pulita necessaria per combattere il cambiamento climatico. In questo modo, affermano sempre gli analisti, gli investimenti sono in grado di stimolare una crescita più rapida dell’energia verde.