Scenari

Usa, annullate locazioni terre per esplorazioni petrolio e gas

Usa

Lo ha deciso il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti. Il divieto fino alla fine di giugno

Il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti annullerà tutte le locazioni di terreni federali ai fini dell’esplorazione di petrolio e gas fino alla fine di giugno. È quanto emerge da un comunicato stampa del Bureau of Land Management diffuso in settimana.

CON L’INSEDIAMENTO DI BIDEN LA FRENATA

Lo stesso giorno in cui il presidente Biden è entrato in carica, il Dipartimento degli Interni ha bloccato il rilascio dei permessi per l’esplorazione di petrolio e gas su terre federali e nelle acque federali. Lo ha fatto non vietando completamente i permessi, ma limitando il numero di permessi che i dipendenti interni potevano approvare. Il numero di dipendenti che approvano i permessi è diminuito in modo significativo fino a minimo di nove.

L’ordine di sospensione, firmato il 20 gennaio, doveva originariamente durare per un periodo di sessanta giorni, fino al 21 marzo.

AZIONI LEGALI

Da allora, sono seguite azioni legali da parte di Continental Resources e altri soggetti, che hanno sostenuto come le nuove restrizioni sarebbero illegali poiché impediscono al DoI di pronunciarsi sull’autorizzazione delle domande nei tempi previsti dal Mineral Leasing Act.

COSA DICE IL DIPARTIMENTO DEGLI INTERNI USA

“Sulla base della nostra revisione, il Bureau of Land Management sta esercitando la sua discrezione di non effettuare locazioni nel II trimestre dell’anno solare 2021. Questa decisione non influisce sulle operazioni esistenti o sui permessi per contratti di locazione validi e esistenti, che continuano a essere rivisti e approvati”, si legge nel comunicato stampa del DoI.

“L’amministrazione Trump ha messo sul mercato oltre 25 milioni di acri negli ultimi quattro anni, di cui 5,6 milioni acquistati. Nell’offshore, più di 78 milioni di acri sono stati offerti in affitto per lo sviluppo di petrolio, gas e minerali offshore e sono stati acquistati solo 5 milioni di acri”, ha concluso il comunicato stampa.

I contratti di locazione che sono stati annullate con il comunicato stampa sono quelli del Nevada, che si sarebbe tenuta l’8 giugno, e quelle del Colorado, che si sarebbe dovuto tenere il 27 giugno.