Fact checking e fake news

Clima, ok commissione Industria a testo dl con tre osservazioni

Clima

Nel Dl clima andrebbero ampliati gli ambiti di utilizzo del buono mobilità, inseriti stanziamenti per le piste ciclabili e introdotte specifiche misure per promuovere l’efficientamento energetico e l’autoproduzione di rinnovabili

Via libera con alcune osservazioni al decreto legge sulla Qualità dell’aria e il clima da parte della Commissione Industria del Senato che ha approvato un parere sul testo.

IL PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La commissione guidata dal pentastellato Gianni Girotto ha “valutato positivamente l’obiettivo generale del decreto” sul clima, “volto a migliorare gli strumenti finalizzati al rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell’aria” ed “espresso apprezzamento per le misure di cui all’articolo 2, con cui si istituisce, nello stato di previsione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, il fondo denominato ‘Programma sperimentale buono mobilità’, destinato a finanziare il riconoscimento ai residenti nei comuni interessati dalle procedure di infrazione comunitaria per la non ottemperanza dell’Italia agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE, che rottamano, entro il 31 dicembre 2021, autovetture omologate fino alla classe Euro 3 o motocicli omologati fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi, di un ‘buono mobilità’ finalizzato esclusivamente all’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico locale 0 regionale e di biciclette anche a pedalata assistita, pari ad euro 1.500 per ogni autovettura e ad euro 500 per ogni motociclo rottamato”.

BENE LA NORMA SULLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI

Non solo. Secondo la commissione è da valutare con favore anche “la previsione volta a ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti climalteranti, di cui all’articolo 7 del provvedimento in esame con cui si riconosce agli esercenti commerciali di vicinato e di media struttura che attrezzano spazi dedicati alla vendita ai consumatori di prodotti alimentari e detergenti, sfusi o alla spina, un contributo economico a fondo perduto pari alla spesa sostenuta e documentata per un importo massimo di euro 5.000 ciascuno”.

BENE SOSPENSIONE PAGAMENTO TRIBUTI PER IL SISMA

“Particolare apprezzamento”, infine, è stato espresso dalla commissione “per le disposizioni di cui all’articolo 8, che prevede il differimento dal 15 ottobre 2019 al 15 gennaio 2020 del termine per il pagamento dei tributi non versati per effetto delle sospensioni disposte, nel tempo, in seguito agli eventi sismici a far data dal 24 agosto 2016, nonché per l’effettuazione degli adempimenti e dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, sospesi in seguito ai medesimi eventi sismici”.

LE OSSERVAZIONI

Tra le osservazioni formulate dalla Industria “valuti la Commissione di merito l’opportunità di ampliare gli ambiti di utilizzo del buono mobilità, prevedendo in particolare un’estensione delle tipologie di veicoli acquistabili, al fine di agevolare l’utilizzo di detto buono per i soggetti di cui all’articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104”. Si suggerisce inoltre “di prevedere appositi stanziamenti volti al finanziamento della progettazione e realizzazione di reti complete di piste ciclabili e cicloparcheggi coperti e protetti”. Da ultimo, “sarebbe opportuno introdurre specifiche misure atte a promuovere l’efficientamento energetico e l’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili, al fine di perfezionare e implementare una politica energetica nazionale di lungo periodo rispondente agli obiettivi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell’aria”, conclude il parere della commissione.