Sostenibilità

La Corea del sud rafforza le vendite di auto elettriche

corea del sud auto elettriche

A febbraio in Corea del sud sono state vendute oltre 18mila auto elettriche, il 104% in più rispetto all’anno prima

A febbraio le vendite di veicoli elettrici e ibridi in Corea del sud sono arrivate a 18.342 unità, con un aumento del 2 per cento rispetto a gennaio e del 104,5 per cento rispetto allo stesso mese del 2020.

I VEICOLI ELETTRICI VALGONO IL 15%

Stando ai dati del ministero del Commercio, dell’industria e dell’energia, il mese scorso le vendite di veicoli “eco-friendly” hanno rappresentato quasi il 15 per cento del totale (123.317 unità).

Più nello specifico, a febbraio in Corea del sud sono state venduti 14.047 veicoli ibridi (+215,4% rispetto ad un anno fa), 1597 ibridi plug-in (+579,6%) e 568 auto a celle a combustibile (+28,2%).

AUMENTANO LE ESPORTAZIONI

Sono aumentate anche le esportazioni di veicoli elettrici e ibridi: sono state di 24.932 unità, quasi il 71 per cento in più rispetto all’anno scorso, con una quota del 15 per cento rispetto al totale dell’export automobilistico.

OBIETTIVI E INVESTIMENTI

La Corea del sud ha intenzione di diventare più competitivo e autosufficiente nel mercato della nuova mobilità cosiddetta “sostenibile”, anche riducendo la sua dipendenza dalla Cina, da dove si rifornisce di componenti.

Il ministero del Commercio ha intenzione di investire circa 65 miliardi di dollari in iniziative sull’energia legate all’industria automobilistica.

Per il 2025 il governo sudcoreano prevede di avere per le strade 1,1 milioni di veicoli elettrici e 200mila automobili a idrogeno; i numeri del 2019 sono stati rispettivamente di 91mila e 5mila.

L’IMPEGNO PER LA NEUTRALITÀ CARBONICA

Lo scorso settembre il paese ha annunciato l’impegno al raggiungimento della neutralità carbonica entro il 2050. Attualmente il carbone rappresenta il 40 per cento del mix energetico nazionale, con le rinnovabili che possiedono una quota inferiore al 6 per cento.

A febbraio la Corea del sud ha presentato un progetto da 43,2 miliardi di dollari per la costruzione del più grande impianto eolico al mondo entro il 2030, con una capacità di 8,2 gigawatt.