Short News

Corrente elettrica, diremo addio all’Ampere. Cambiano le unità di misura

ampere elettricità

La conferenza dell’Istituto Internazionale Pesi e Misure avvia la modifica delle principali misure di riferimento.  Diremo addio anche ad Ampere

 

La conferenza dell’Istituto Internazionale Pesi e Misure, che ha visto il ribadirsi dell’annuncio riguardante il cambiamento delle misure, dal chilogrammo all’ampère, e così delle altre misure di riferimento. Si tratta di un incontro preliminare prima della Conferenza Generale sui Pesi e le Misure del novembre 2018, le cui nuove definizioni ufficiali sono previste per maggio 2019.

ampereQuello che si sottolinea è che è necessario rimpiazzare i sistemi attualmente in vigore, basati su un sistema di definizioni astratte di riferimento, in costanti della fisica universali riproducibili da tutti, così da rendere accessibile la misurazione in tutto il mondo, allo scopo di avere una nuova definizione per l’industria ma soprattutto per la ricerca.

Stiamo assistendo alla più grande ridefinizione del sistema internazionale delle unità di misura sin dalla fondazione del sistema internazionale, risalente a circa 60 anni fa.

Le misure fondamentali del Sistema Internazionale (SI), quindi quelle che cambieranno sono quattro: chilogrammo, kelvin – che definisce la temperatura, mole – conta molecole e atomi presenti in una sostanza e, soprattutto, l’ampère, unità di misura dell’intensità della corrente elettrica, misurato in Italia, fin ora, mediante i campioni conservati presso l’Istituto Elettrotecnico Nazionale G. Ferraris di Torino.

Giovanni Mana, dell’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (Inrim), che ha dato un suo contributo alla ridefinizione del chilogrammo, ha dichiarato che il processo di ridefinizione a cui stiamo assistendo è necessario in quanto “le attuali misure non sono affidabili su scale di tempo molto lunghe”.