Territori

Eni e Sonatrach completano gasdotto nel bacino di Berkine in Algeria

Algeria

Si tratta di un progetto fast track: il gasdotto che collega i campi petroliferi di BRN e MLE in Algeria

Eni ha annunciato di aver completato con successo la costruzione del gasdotto che collega i siti produttivi di Bir Rebaa Nord (BRN) e di Menzel Ledjmet Est (MLE) nel Bacino del Berkine, nella parte sud orientale dell’Algeria.

IL GASDOTTO

Il gasdotto ha una lunghezza di 185 chilometri e un diametro di 16 pollici con una capacità di trasporto di 7 milioni di metri cubi standard di gas al giorno.

IL CAMPO

Il progetto consentirà l’esportazione del gas associato del blocco 403 (BRN e BRSW) e lo sviluppo dei campi a gas dei blocchi del Berkine Nord, dove è stata ultimata la perforazione e il collegamento dei primi 4 pozzi, a solo un anno dall’entrata in vigore degli accordi di farm-in nelle concessioni di Sif Fatima II, Zemlet El Arbi e Ourhoud II, occorsi a febbraio 2019. Negli stessi blocchi da maggio 2019 è iniziata la produzione dai campi ad olio il cui sviluppo continuerà durante l’anno in corso.

UN ESEMPIO DI ‘FAST TRACK’

Il progetto è un esempio di “fast track” che ha visto un impegno condiviso di Eni e SONATRACH, fondato sulla strategia comune di un time to market accelerato e sulla disponibilità e capacità delle società contrattiste del gruppo SONATRACH chiamate ad eseguire i lavori.

LA PRODUZIONE

Il progetto a gas del Berkine Nord porterà a regime una produzione di 6,5 milioni di metri cubi e 10.000 barili di liquidi associati che insieme allo sviluppo olio porterà ad una produzione di 65.000 barili di olio equivalente al giorno (boed) entro il 2020.

IN ALGERIA DAL 1981

Eni è presente in Algeria dal 1981 con una produzione equity di 90.000 barili di olio equivalente al giorno, che fanno della società uno dei principali player internazionale del Paese.