Territori

Gnl, l’Authority spagnola approva il nuovo meccanismo di stoccaggio

gnl

L’obiettivo della Spagna è fare del paese un hub del Gnl, risolvendo al contempo gli squilibri operativi che hanno visto sottoutilizzati alcuni dei terminali del Paese, come Mugardos e Cartagena.

Contrattazione standardizzata tra porti, accesso alle infrastrutture consentito a terzi, maggiore flessibilità per gli spedizionieri. Sono questi gli assi portanti del nuovo meccanismo per controllare l’accesso alle infrastrutture di rete che favorirà la concorrenza e la liquidità per i servizi di Gnl spagnolo.

AL VIA IL NUOVO MECCANISMO

Il regolatore iberico del gas CNMC ha infatti approvato un nuovo meccanismo per controllare l’accesso alle infrastrutture di rete che favorirà la concorrenza e la liquidità per i servizi di Gnl nel paese, aumentando al contempo l’utilizzo degli impianti. Il nuovo meccanismo, come anticipato, riguarda l’accesso alle infrastrutture da parte di terzi e comprende le definizioni dei servizi e dei prodotti di capacità, le procedure di assegnazione e i criteri generali delle funzioni tecniche del sistema.

CONTRATTI INDIVIDUALI O IN BUNDLE

Non solo. Il nuovo meccanismo permetterà di stipulare contratti in modo individuale o in bundle, il che significa che gli spedizionieri potranno combinare i servizi di capacità per soddisfare meglio il loro portafoglio e i requisiti della domanda, ha detto CNMC secondo il nuovo sistema standardizzerà anche le procedure di contrattazione nel sistema e creerà meccanismi di mercato per l’allocazione della capacità.

L’INFRASTRUTTURA DI RIGASSIFICAZIONE DEL PAESE È COSTITUITA DA SEI TERMINALI GNL

L’infrastruttura di rigassificazione del paese è costituita da sei terminali Gnl con una capacità combinata di 50 miliardi di metri cubi/anno e una capacità di stoccaggio combinata di 23,2 TWh, che saranno gestiti insieme per semplificare la logistica e promuovere il commercio di Gnl tra i diversi impianti. Ciò dovrebbe consentire alla Spagna di raggiungere l’obiettivo di diventare un hub Gnl, risolvendo al contempo gli squilibri operativi che hanno visto sottoutilizzati alcuni dei terminali del Paese, come Mugardos e Cartagena.

CAPACITÀ CONTRATTUALE GNL HA RAGGIUNTO SOLO IL 25% TRA IL 2014 E IL 2018

La capacità contrattuale di gas liquefatto ha raggiunto solo il 25% tra il 2014 e il 2018, mentre la capacità contrattuale dei serbatoi di stoccaggio è stata in media del 44%, secondo CNMC.