Energie del futuro

L’India valuta i reattori nucleari ad acqua pressurizzata

india nucleare

La società francese EDF ha presentato un’offerta per costruire sei reattori nucleari ad acqua pressurizzata in India, nel sito di Jaitapur

La società energetica francese Électricité de France (EDF) ha presentato un’offerta vincolante per la costruzione di sei reattori nucleari ad acqua pressurizzata di terza generazione in India. Più nello specifico, i reattori verrebbero installati nel sito di Jaitapur, nello stato centro-occidentale di Maharashtra.

CAPACITÀ DEL PROGETTO

EDF ha detto che il progetto avrà una capacità installata di 9,6 gigawatt e permetterà di generare fino a 75 terawattora all’anno, soddisfacendo il consumo di 70 milioni di famiglie indiane e permettendo un “risparmio” di 80 milioni di tonnellate di anidride carbonica all’anno.

Ognuno dei sei reattori avrà una capacità di 1650 megawatt.

TEMPI E POSTI DI LAVORO

Nel presentare l’offerta alla NPCIL, la società statale indiana di energia nucleare, EDF ha detto che fornirà anche gli studi ingegneristici e i componenti necessari ai reattori.

Il progetto, secondo le stime di EDF, permetterà la creazione di 25mila posti di lavoro durante la fase di costruzione. Una volta operativi, i sei reattori dovrebbero invece creare circa 2700 posti di lavoro permanenti.

Il progetto richiederà quindici anni per essere realizzato. Una volta completo, il sito di Jaitapur sarà la più grande centrale nucleare al mondo.

“UN GRANDE PASSO” PER EDF

L’amministratore delegato di EDF, Jean-Bernard Lévy, ha detto che l’offerta presentata per il sito di Jaitapur rappresenta “un grande passo” per l’industria nucleare francese.

La tecnologia per i reattori nucleari ad acqua pressurizzata (EPR) è stata sviluppata principalmente da EDF e da Framatome in Francia, e da Siemens in Germania.

I NUMERI DEL NUCLEARE IN INDIA

Nel 2017 Piyush Goyal, allora ministro dell’Energia elettrica e oggi delle Ferrovie e del Commercio, disse che l’India si sarebbe dotata di 7000 MW di capacità nucleare che permetterà la produzione di energia pulita, riducendo l’utilizzo del carbone.

Attualmente l’India produce circa 6,7 GW di energia dal nucleare attraverso le sue ventidue centrali.