Sostenibilità

La Ue pronta a lanciare un maxi-piano verde. Tutti i dettagli

Ue

Di fianco alla Climate Law ci sarà un inedito Patto climatico Ue: si tratta di un meccanismo per consultare e coinvolgere attori economici e cittadini nel Green deal

L’esordio europeo della nuova Commissione europea guidata da Ursula von der Leyen sarà con una legge europea sul clima e un Patto climatico con i cittadini del Vecchio Continente. L’obiettivo?Azzerare le emissioni entro il 2050 e creare da subito un fondo da 35 miliardi.

I PAESI DELL’EST EUROPEA NEMICI DEL PIANO

“Ma – scrive La Stampa – al Consiglio europeo di giovedì Polonia e altri Paesi dell’Est difenderanno il carbone” anche se “la plenaria discuterà con il presidente della Commissione il suo piano. Ma non ci sarà alcun voto, anche per evitare spaccature. Due settimane fa la maggioranza (e in particolare il Ppe) si era divisa proprio in occasione di due risoluzioni sul Clima”.

I NEGOZIATI DEGLI SHERPA NON PROMETTONO NULLA DI BUONO

“Il vero test sarà dunque al Consiglio europeo di giovedì – aggiunge il quotidiano torinese -. A giugno i leader non erano riusciti a mettersi d’accodo sulla data del 2050 per raggiungere la neutralità climatica (zero emissioni nette di gas serra). Un gruppo di Paesi dell’Est, Polonia in testa, si era opposto per via della grande dipendenza delle loro economie dall’industria del carbone. Dopodomani, con il piano di von der Leyen sul tavolo, si tornerà alla carica. Ma i negoziati incorso tra gli sherpa non promettono nulla di buono. E così l’obiettivo del 2050 rischia di rimanere ancora nel cassetto, nonostante la Commissione voglia fissarlo in un provvedimento legislativo già ‘entro marzo 2020’”.

IL JUST TRANSITION MECHANISM

Per convincere questi Paesi ad accettare la sfida Ursula von der Leyen “metterà sul piatto il ‘Just Transition Mechanism’ un fondo da 35 miliardi di curo per favorire la riconversione energetica dell’industria europea e mitigare così i costi sociali della trasformazione produttiva. Uno strumento che potrebbe arrivare a mobilitare fino a 100 miliardi grazie a ulteriori risorse: tra queste, il documento cita i ‘green bond’, i prestiti della Banca europea per gli investimenti e il piano di investimenti Ue – scrive La Stampa -. Il fondo per la transizione verrà presentato nel dettaglio soltanto 1`8 gennaio, visto che sono ancora in corso i negoziati per definire i criteri di eleggibilità, che serviranno a stabilire quali regioni e quali imprese potranno accedervi. Di certo si sa che sarà limitato al settore del carbone. Su questo punto, però, il M5S è già sul piede di guerra”.

IL CRONOPROGRAMMA EUROPEO DELLE GREEN LAW

“Il cronoprogramma europeo – sottolinea il Corriere della Sera – è serrato e si parte con un pacchetto che arriverà a marzo, entro i primi 100 giorni di mandato della Commissione. Innanzitutto la prima legge europea sul clima: incardinerà nel diritto comunitario l’obiettivo di azzerare le emissioni entro il 2050. Per raggiungere la neutralità ambientale ci saranno obiettivi intermedi. (…) Il piano per coinvolgere tutti i settori economici nel raggiungimento dell’obiettivo 2030 sarà messo a punto il prossimo ottobre, alla vigilia della nuova Conferenza sul clima (Cop) di Glasgow. (…) Sempre a marzo Bruxelles sfornerà la nuova strategia industriale europea e il nuovo piano per l’economia circolare. (…) Il programma per l’efficienza energetica ad esempio, arriverà nel giugno 2021 (…) Entro il 2020 arriveranno poi la smart mobility, una riforma della politica agricola Ue, gli standard per i veicoli e l’inserimento delle auto negli Ets e del trasporto marittimo con un taglio delle esenzioni per le compagnie aeree. E ancora, gli standard per arrivare a zero emissioni nel trasporto (anche privato) e l’obiettivo di spostare sulle ferrovie il 75% del traffico su strada e aereo. In cantiere anche una riforma verde delle politiche sugli aiuti di Stato, uno per gli investimenti e il provvedimento ‘Farm to fork’ per abbattere l’inquinamento (e lo spreco) legato a cibo e pesticidi”.

IL PATTO CLIMATICO UE

“Di fianco alla Climate Law ci sarà un inedito Patto climatico europeo: si tratta di un meccanismo per consultare e coinvolgere attori economici e cittadini nel Green deal”, ha concluso il Corriere della Sera.