Scenari

Petronas acquista metaniere per grande progetto sul GNL

gnl

Petronas partecipa al progetto LNG Canada, che garantirà un accesso diretto ai mercati del GNL in Asia nord-orientale

Petronas, società petrolifera statale della Malaysia, ha firmato degli accordi di noleggio per tre nuove metaniere per il trasporto di gas naturale liquefatto (GNL) con l’armatore sudcoreano Hyundai LNG Shipping. Le navi verranno utilizzate in un progetto canadese sul GNL da 14 milioni di tonnellate.

NAVI ENTRO IL 2024

Petronas dovrebbe ricevere le navi a partire dal secondo trimestre del 2024. Hyundai LNG Shipping ha fatto sapere di averle già ordinate dal costruttore sudcoreano Hyundai Heavy Industries.

IL PROGETTO LNG CANADA

Nel 2018 Petronas ha preso una decisione finale di investimento sul progetto LNG Canada, situato nella provincia della Columbia britannica, sulla costa pacifica. Il progetto, pensato per l’esportazione di GNL canadese verso i mercati asiatici, dovrebbe entrare in servizio nel 2024.

ACCESSO DIRETTO ALL’ASIA NORD-ORIENTALE

L’accesso diretto all’oceano Pacifico significa che il Canada potrà spedire i suoi carichi di GNL verso l’Asia nord-orientale in maniera diretta, senza dover passare per il canale di Panama. Lo stesso ragionamento vale per il progetto sul GNL Energía Costa Azul in Messico, nello stato della Baja California. Il progetto è sviluppato dalla società americana Sempra LNG.

CONGESTIONE A PANAMA

Argus scrive che la recente crescita della capacità di liquefazione nella costa del Golfo degli Stati Uniti ha portato ad un aumento dei volumi di transito nel canale di Panama, creando congestione e causando ritardi nei momenti di forte domanda proveniente dall’Asia.

COSA DICE IL GIAPPONE

Il Giappone, uno dei maggiori mercati dell’Asia nord-orientale, ha detto che il GNL svolgerà un ruolo importante nel processo di transizione energetica del paese, che intende raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050 ma che difficoltà – dettate dal suo territorio – ad installare impianti eolici e fotovoltaici.

LE ESPORTAZIONI DI GNL IN ASIA

Negli ultimi mesi le esportazioni statunitensi di GNL verso la Cina, la Corea del sud e appunto il Giappone – i tre principali importatori del combustibile – hanno raggiunto livelli record, favoriti dalla ripresa della produzione industriale dalla pandemia di coronavirus.

Nel mese di febbraio sono arrivate a 3,2 milioni di tonnellate, più del doppio del precedente record mensile. E nonostante a marzo ci sia stata una diminuzione – per motivi stagionali: le temperature si sono fatte più miti –, i volumi rimangono comunque al di sopra dei livelli medi per il mese, stando ai dati forniti dalla società di analisi Eikon.