Sostenibilità

Clima: target Ue rinnovabili ed efficienza energetica salgono al 35%

Gli eurodeputati hanno votato anche per vietare l’olio di palma nei biocarburanti a partire dal 2021, per incrementare le stazioni di ricarica elettrica e per l’autoconsumo e le comunità energetiche. Ok anche alle nuove regole sulla governance dell’Unione dell’energia Via libera del Parlamento europeo a nuovi e più ambiziosi obiettivi per l’efficienza energetica e per lo sviluppo delle fonti rinnovabili. Gli eurodeputati hanno chiesto di arrivare al 35% di risparmio energetico da qui al 2030, mentre nel settore delle energie

Read More...

Fact checking e fake news

Masi (Politecnico di Milano): ecco perchè la Seveso non si applica a Tap

Parla Maurizio Masi, docente del Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica al Politecnico di Milano: “Il governatore pugliese sbaglia. Se avessi un terreno lì, darei subito il permesso per passare” Il gasdotto Tap non deve essere assoggettato alla direttiva Seveso sugli incidenti rilevanti. E’ stato ribadito da sentenze della magistratura amministrativa e ordinaria. Il governatore pugliese Michele Emiliano sbaglia nel contestare un’opera che ha il pregio di aiutare il nostro paese a diversificare le fonti di approvvigionamento energetico. È

Read More...

Short News

La azera CJSC stanzierà 1,3 mld di dollari per finanziare il Corridoio meridionale del gas

Lo ha riferito il direttore generale della stessa CJSC Afgan Isayev. Il primo gas del progetto Shah Deniz-2 sarà consegnato alla Turchia nel 2018 e all’Europa nel 2019 La società “Southern Gas Corridor” CJSC dovrebbe stanziare circa 1,3 miliardi di dollari per finanziare la quota azera del progetto riguardante il Corridoio meridionale del gas. Lo ha riferito il direttore generale della stessa CJSC Afgan Isayev secondo il quale quest’anno si spenderanno 232 milioni di dollari circa per il progetto Shah

Read More...

Territori

Al via realizzazione Terminale ricezione gas per il Turkish Stream

L’opera è in corso di realizzazione sulla coste del Mar Nero Ha preso il via in Turchia la realizzazione del terminale di ricezione del gas proveniente dal gasdotto Turkish Stream. Lo ha comunicato la South Stream Trasport company che si occupa della realizzazione dell’opera. Il Terminale è in corso di costruzione sulle coste del Mar Nero. Con l’avvio di quest’opera, sottolinea la società, il progetto è stato implementato in tre aree: nell’onshore russo, in quello turco e nell’offshore del Mar

Read More...

Fact checking e fake news

La direttiva Seveso? Non si applica al Tap

Sulla querelle interviene Francesco Bruno, docente di Diritto ambientale alla Sapienza e all’università del Molise: non si sono motivi giuridici per mettere in discussione il progetto La direttiva Seveso in materia di prevenzione dei grandi rischi industriali non va applicata al gasdotto Trans Adriatic Pipeline (Tap) in corso di realizzazione in Puglia. Dopo le sentenze definitive della magistratura amministrativa e ordinaria – Tar Lazio, Consiglio di Stato e Tribunale di Lecce – che si sono espresse sulla questione a più

Read More...

Short News

Gas, Turkmenistan e Pakistan concentrati sulla realizzazione del gasdotto Tapi

L’infrastruttura attraverserà Turkmenistan, Afghanistan, Pakistan e India per una lunghezza totale di 1.814 chilometri Si rinnovano i colloqui tra Turkmenistan e Pakistan sul progetto di gasdotto Tapi (Turkmenistan-Afghanistan-Pakistan-India) che collega i due paesi. Lo sviluppo dell’infrastruttura è stato, infatti, al centro della discussione in questi giorni durante l’incontro tra il ministro degli Esteri turkmeno Rashid Meredov – accompagnato dal ministro dell’Energia Charymyrat Purchekov, il ministro responsabile di Turkmengaz Myrat Archayev e il Ceo di Tapi Pipeline Company Limited Muhammetmyrat Amanov

Read More...

Territori

Marocco pronto a lanciare gara da 4,6 mld per progetti nel settore gas

Nel 2015 il paese ha importato il 97% della sua energia secondo un rapporto della Banca Mondiale Il Marocco è pronto a lanciare una gara da 4,6 miliardi di dollari per la realizzazione di centrali e impianti integrati per il trattamento del gas. Lo ha annunciato il ministro dell’Energia marocchino Aziz Rabbah. Il paese, al momento, dipende quasi totalmente dall’estero per le importazioni di idrocarburi e il progetto servirà a processare il gas per produrre energia e rifornire le industrie,

Read More...