Le bollette delle imprese italiane? Le più care di tutta Europa.

A dare l’ennesima conferma dei costi degli alti  costi delle bollette energetiche per le piccole imprese è il centro studi Cna che ha pubblicato l’Osservatorio Energia 2017 Micro e piccole imprese sono quelle che soffrono di più, anche in tema di bollette. Secondo l’Osservatorio energia 2017 del centro studi della Cna, infatti, la bolletta delle piccole imprese italiane costa quasi il 50% in più rispetto all’Europa. Il prezzo pagato dalle grandi, invece è superiore di quasi 36 punti percentuali alla

Enea e Università di Bologna insieme per lo sviluppo sostenibile

Un nuovo accordo di collaborazione tra l’Ateneo e l’Ente pubblico, che avrà come focus la ricerca nell’ambito della sostenibilità energetica e ambientale. Cambiamenti climatici, qualità dell`aria, recupero e rigenerazione urbana, salvaguardia del patrimonio artistico e ambientale, fonti rinnovabili, efficienza energetica, biotecnologie industriali e chimica sostenibile, sono questi i temi principali che verranno sviluppati grazie alla partnership tra le due istituzioni protagoniste nel campo della ricerca scientifica e tecnologica italiana. Il Rettore dell’Università di Bologna, Francesco Ubertini e Federico Testa, presidente Enea, hanno

Mosca e Corea del Sud in trattativa sul gas

In ballo ci sono 12 miliardi di metri cubi di gas   Corea del Sud e Russia sono in trattative per le forniture di gas. La fornitura ammonterebbe a 12 miliardi di metri cubi l’anno. A darne conferma il ministro dell’energia russo Alexander Novak, specificando che si tratterebbe solo di una iniziale fase di discussione “Stiamo discutendo con i nostri colleghi: siamo solo alla fase di discussione, valutando i costi, il volume degli investimenti”. A margine del Forum economico di

Germania prima della classe su rinnovabili? Per ora vince il carbone

Il capo della più grande associazione tedesca del settore energetico, la Bdew Stefan Kapferer ha indicato proprio nel gas fonte la spina dorsale della transizione energetica verso un futuro fatto di rinnovabili Più di 60 milioni di tedeschi andranno al voto il prossimo 24 settembre per decidere il nuovo governo del paese. Una delle partite più importanti su cui dovranno cimentarsi la Cdu del cancelliere Angela Merkel e i suoi avversari politici riguarda la strategia energetica e climatica della Germania.

Efficienza energetica: è la Lombardia la prima regione d’Italia

Avvenia ha stilato la classifica delle regione più virtuose per efficienza energetica: Lazio al secondo posto, seguono Toscana e Campania. A fotografare lo stato dell’arte delle regioni energicamente più virtuose in Italia ci ha pensato Avvenia, società attiva nella white economy ed efficientamento energetico, player nell’ambito della sostenibilita’ ambientale. Dopo aver preso in esame tutti i progetti portati avanti durante il 2017, è stata stilata la nuova graduatoria che vede la Lombardia al primo posto seguita da Lazio e Toscana.

UE: 2030, chiesti obiettivi più ambiziosi sulle fonti rinnovabili

L’ue dovrebbe essere più ambiziosa sul fonte rinnovabili. Il presidente di Itre, José Blanco López, chiede che si arrivi almeno al 35%   L’Europarlamento chiede obiettivi più ambiziosi in merito alla direttiva presentata lo scorso novembre sulle fonti rinnovabili. José Blanco López, presidente della Commissione Industria, Ricerca ed Energia (Itre) dell’Europarlamento ha dichiarato che “almeno un 35% di quota da rinnovabili al 2030 può essere un buon compromesso”. Sulla base della direttiva sull’efficienza energetica il Consiglio europeo ha appoggiato un obiettivo

Progetto Nord Stream-2: l’UE chiama la Russia a colloquio

Il ministro russo dell’Energia, Alexander Novak, dovrà spiegare all’UE il progetto Nord Stream-2 Il vicepresidente della Commissione dell’UE per l’Energia Maros Sefcovic ha dichiarato che sta cercando un incontro con la Russia in merito al progetto del gasdotto che si estenderà sul fondale del mar Baltico fino alla Germania. La commissione europea ha chiesto che la Russia risponda in merito al progetto. Per il vicepresidente della commissione europea un incontro è fondamentale “La nostra posizione sul Nord Stream 2 e’

Engie: la Francia vende il 4,5% del gruppo energetico

Con la cessione della quota, il governo francese ha avviato la vendita delle società partecipate Era già stato annunciato quest’estate, la Francia ha iniziato il suo piano di vendita delle quote societarie delle partecipate, finalizzato ad incrementare il fondo di 10 miliardi di euro destinato all’innovazione. Con la vendita del capitale Engie, che ha riguardato 111 milioni di azioni, sono entrati 1,53miliardi di euro. “Questa vendita di azioni è stata condotta in ottime condizioni per gli interessi patrimoniali dello Stato

2050, Italia 100% alimentata da rinnovabili? Problemi aperti e soluzioni da adottare

Secondo la Strategia energetica nazionale 2017, il gas  rappresenterà “la risorsa di back up del sistema elettrico” e assume un ruolo chiave nella transizione energetica, stante la crescita delle rinnovabili Lo scenario di un’Italia completamente “verde”, cioè alimentata solo da fonti rinnovabili, non è un’utopia. Almeno stando allo studio presentato da 27 ricercatori delle Università di Stanford, Berkeley, Berlino e Aarhus e pubblicato sulla rivista scientifica Joule. Ma la vera domanda è rappresentata dalla transizione energetica nei 33 anni che ci separano

L’energia green corre senza fili (forse)

L’esperimento di un istituto di ricerca internazionale in Abruzzo ha trasportato energia per mezzo chilometro, totalmente in modalità wireless. Ma è tutto vero?    E se l’energia fosse veicolata senza fili, cavi o piloni ma direttamente in modalità wireless da un punto ad una altro della Terra? Sarebbe davvero una rivoluzione: addio cavi, fili e infrastrutture ingombranti. A provare a realizzare tutto questo sarebbe stato un gruppo di esperti dell’Istituto Res On Network in Abruzzo. A detta degli organizzatori, a

Stop al Petrolio: la Francia dirà addio agli idrocarburi entro il 2040

La proposta di legge però è simbolica: la produzione di petrolio si aggira intorno all’1% La nuova Francia di Macron fermerà la produzione di petrolio sul suo territorio nazionale entro il 2040. Questo è quanto stabilito dal progetto di legge, presentato in consiglio dei ministri, che negherà la concessione di nuovi permessi di esplorazione e vieterà il rinnovo di concessioni già esistenti. La proposta è stata accolta con un plauso dal mondo ambientalista mentre è stata fortemente contestata dalle industrie

Edifici green: il risparmio energetico parte dalla Liguria

Il primo progetto di risparmio energetico per gli edifici pubblici vedrà la Liguria come protagonista grazie al bando Ener Shift Scade il 15 novembre il bando per il progetto EnerShift, bando che prevede la riqualificazione energetica di edifici di edilizia residenziale pubblica. Il valore complessivo dell’affidamento delle concessioni sarà pari a 20.716.986,38 euro e verrà diviso su tre lotti geografici di Genova, La Spezia e Imperia/Savona. Attraverso un meccanismo di autofinanziamento gli inquilini degli immobili otterranno una decurtazione sulle bollette

Anche Snam tra le 7 italiane confermate nell’Indice Down Jones

Snam inclusa anche quest’anno nel più importante indice borsistico mondiale ed europeo di valutazione della responsabilità sociale delle imprese Anche quest’anno, SNAM, società italiana impegnata nella realizzazione e gestione integrata delle infrastrutture del gas naturale, ha ottenuto l’ambito riconoscimento da parte del Dow Jones Sustainability World Index (DJSI), il più importante indice adottato per analizzare le performance finanziarie delle società in ambito green su scala globale. Il Dow Jones Sustainability World Index, nasce nel 1999, e valuta le performance finanziarie

L’embargo petrolifero può fermare i piani della Corea del Nord?

Gli Usa chiedono all’Onu l’embargo petrolifero per fermare le prossime mosse dell Corea del Nord. Ma la Cina non è d’accordo   Sanzioni petrolifere per fermare la Corea del Nord, obbligandola ad interrompere il programma nucleare. È questa la proposta avanzata dagli Stati Uniti di Donald Trump al Consiglio di Sicurezza dell’Onu. La strada potrebbe essere percorribile, se la Cina lo volesse (è Pechino che deve chiudere i rubinetti), ma è difficile stabilire se questo basterà a fermare i piani

Gas, mercato delle pipeline oltre i 2 trilioni di dollari entro il 2024

Secondo il rapporto della Global Market Insights saranno le crescenti scoperte di riserve non convenzionali e l’alto numero di centrali elettriche a gas a determinare l’incremento L’intero mercato dei gasdotti dovrebbe oltrepassare i 2 trilioni di dollari a livello mondiale entro il 2024. È quanto emerge dalle proiezioni contenute nell’ultimo rapporto redatto da Global Market Insights, Inc, società leader nel settore della consulenza globale e della gestione di mercato. Secondo lo studio, le crescenti scoperte di riserve non convenzionali e