Non solo Trump. Anche Australia punta ancora sul carbone

L’Australia ha definitivamente eliminato il Clean Energy Target e chiesto alle aziende di fornire una certa quantità minima di energia da carbone, gas e idroelettrico   Trump non è solo nella lotta alle rinnovabili a favore del carbone. Anche l’Australia, infatti, ha deciso di mettere in pratica azioni salva carbone. Seguendo le orme di Trump, che ha cancellato il Clean Power Plan, il governo Turnbull ha definitivamente eliminato il Clean Energy Target (CET), L’Obiettivo di energia pulita, il piano che

Gnl, Giappone investe in Asia. A favore degli Usa

La politica aggressiva nipponica è ideata per tagliare i costi del gas nella regione. Intanto la cinese Cnpc ha commissionato un terzo gasdotto approvvigionato a Gnl per rifornire Shanghai mentre si stanno completando in anticipo i lavori per “Power of Siberia”. In arrivo anche 500 mln della Bers per il Tanap   Gran parte dell’attenzione dei mercati energetici negli ultimi tempi, si è focalizzata sull’Opec e sui prezzi del petrolio. Ma in realtà è un’altra la notizia che arriva dal

Olanda: le auto elettriche riequilibrano i flussi elettrici con V2G

Grazie alle colonnine V2G di Enel, le auto elettriche proveranno a riequilibrare i flussi elettrici della rete nazionale on demand   NewMotion, leader europeo di soluzioni di ricarica intelligente per i veicoli elettrici, ha lanciato un nuovo progetto pilota in Olanda, nel territorio di Amsterdam, per l’installazione di 10 colonnine di ricarica “vehicle-to-grid” (V2G) da 10kW ciascuna presso privati e locali commerciali. Altri partner del progetto sono l’azienda giapponese Mitsubishi Motors Corporation, che fornira’ dieci Suv ibridi Outlander Phev plug-in, oltre

Italgas acquisisce 100% Enerco Distribuzione

L’amministratore delegato di Italgas, Gallo: “benefici all’intero sistema italiano della distribuzione di gas   Enerco Distribuzione, una società che lavora nel settore del gas naturale nelle province di Padova e Vicenza, è stata acquisita da Italgas, che ha sottoscritto un accordo vincolante con H2C. Il valore dell’attività della società acquisita è stato stabilito in 51 milioni di Euro, corrisposto per cassa e già al netto dell’indebitamento, previsto entro la fine del 2017 ma a condizione che si compiano delle manovre

Tap investe nel Salento. Presto progetti strutturali per sostenere territorio

Il Governo ha incontrato le parti sociali e le società Tap e Snam per investimenti da effettuare nel Salento   Si è tenuto oggi, a Palazzo Chigi,  il Tavolo di confronto tra il Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, la Vice Ministro al Mise Teresa Bellanova, le istituzioni e  le parti sociali e le società Tap e Snam sugli investimenti da effettuare nel territorio salentino finalizzati allo sviluppo sostenibile. è la già la terza riunione del

Saudi Aramco vende ai cinesi?

Si fa sempre più concreta l’ipotesi che Saudi Aramco rinunci alla quotazione sui listini internazionali e venda il 5% destinato alla Borsa ai cinesi   Mentre Saudi Aramco, la principale compagnia nazionale saudita di idrocarburi, rimanda la quotazione sui listini internazionali (annunciata in teoria come la più grande della storia) oltre il 2018, alcuni imprenditori cinesi fanno pressing per un “private placement”. A volere parte della compagnia, il 5%, con precisione, in realtà, è Pechino, che si muove tramite attraverso

Gas, produttori alla ricerca di clienti

Aziende disposte a realizzare anche centrali elettriche e infrastrutture per fornire gas ed elettricità ai mercati in via di sviluppo   Dopo aver speso centinaia di miliardi di dollari per trasformarsi in giganti mondiali del gas naturale, alcune delle più grandi aziende energetiche del mondo si trovano ad affrontare una nuova sfida: generare più domanda man mano che le forniture minacciano di inondare il mercato e indebolire i prezzi. Società come Royal Dutch, Shell PLC, Total e Cheniere Energy, stanno

Turkish Stream: pronta la seconda tappa

Completati  373 i chilometri del progetto di gasdotto, articolati in due tappe   L’azienda russa Gazprom, gigante nell’energia dal 1989, nata per volontà del presidente Gorbacev dall’unione del Ministero del Petrolio e Ministero del Gas e di proprietà russa per il 50,002%, annuncia in una dichiarazione di aver costruito 373 chilomentri in due tappe del gasdotto Turkish Stream. Il progetto Turkish Stream implica la costruzione di un gasdotto che va dal Mar Nero alle zone europee della Turchia, fino a toccare

Elettricità, Iren a lavoro su flessibilità dei grandi impianti di generazione

Finanziata da uno dei bandi dell’Unione Europea, Iren lavora sull’aumento della flessibilità dei grandi impianti di generazione elettrica     Avviato oggi, a Torino, il progetto europeo “PumpHeat” che ha come obiettivo l’introduzione di soluzioni innovative per l’aumento della flessibilità dei grandi impianti di generazione elettrica a favore delle rinnovabili. Nel progetto, sviluppato da Iren, saranno studiate soluzioni per le fluttuazioni delle produzioni rinnovabili intermittenti, per aumentarne integrazione e diffusione. Con esso sono stati richiesti e ottenuti finanziamenti dal programma

Rinnovabili, è la Cina il paese più attrattivo. Italia 18esima

In futuro ci sarà un deciso calo dei costi di tutte le fonti pulite contribuendo a stimolare enormi investimenti. È quanto emerge dalla 50esima edizione dell’indice Recai, Renewable Energy Country Attractiveness Index, pubblicata da Ernst & Young   Cina salda al primo posto nella classifica dei paesi più attrattivi per le fonti pulite. Al secondo posto, senza sorprese, l’India e a seguire Stati Uniti, Germania e Australia, tutti stabili in graduatoria. In diciottesima posizione l’Italia mentre tra le nazioni emergenti,

Legambiente: Italia in ritardo su Piani di risanamento

L’associazione ambientalista si scaglia contro le regioni e i sindaci per il ritardo sui piani di Risanamento   Italia in emergenza smog. Il report “L’emergenza smog e le nazioni (poche) in campo” di Legambiente denuncia i ritardi di regioni e sindaci, che in questo mese avrebbero dovuto terminare e definire le azioni ad hoc dei rispettivi Piani di risanamento. E ancora. Da quanto si legge nel report, sono 25 le città italiane che hanno già superato il limite di 35 giorni con

Manovra, Ecobonus anche per il 2018

Confermato l’Ecobonus nella Manovra per il 2018, ma la detrazione è ridotta dal 65% al 50%   Il Consiglio dei Ministri ha approvato la Legge di Bilancio 2018. La Manovra, da 20 miliardi di euro, per metà coperti dalla flessibilità concessa dalla Ue, passa ora al Senato per la discussione e l’approvazione finale. Due le misure “green”, in base a quanto anticipato al premier Paolo Gentiloni e il ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, durante la conferenza stampa

Francia, ancora problemi con il nucleare

Nuovi problemi con il nucleare, sono ben 29 i reattori classificati al livello 2 della scala Ines   L’Asn – Autorità per la sicurezza nucleare– ha classificato al livello 2 della scala Ines 29 reattori nucleari con problemi di corrosione ai tubi dei circuiti dell’acqua, che in caso di evento sismico potrebbero riportare gravi danni e comportare gravi conseguenze. Allo stesso tempo, Edf ha annunciato l’estensione a 6 reattori da 900 MW delle centrali di Bugey e Fessenheim dei lavori

Università di Pisa studia nuove soluzioni di isolamento termico

Nuovo progetto dell’Università di Pisa e tre aziende toscane: ricerca  sull’isolamento termico   Parte il progetto Coolsun (“coating organici riflettenti”), ideato dall’Università di Pisa e tre aziende toscane: obiettivo è realizzare un “coating” per l’isolamento termico che permetterà un sensibile risparmio energetico. A questo progetto che lavora un team di ricerca del dipartimento di Chimica e Chimica Industiale di Pisa, coordinato dal professor Fabio Bellina e formato dai professori Andrea Pucci, Marco Geppi, Giacomo Ruggeri, dal dottor Marco Lessi e vede la collaborazione

UE continuerà a rispettare accordo sul nucleare iraniano

Il Consiglio Europeo chiede al Presidente degli USA Trump di proseguire impegni su accordo nucleare Iran     L’Unione Europea continuerà a rispettare accordo sul nucleare con Iran. Non ci sono motivi per sostenere che Teheran non sia rispettando i patti:   l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (Aiea) ha verificato otto volte, con un sistema di monitoraggio rigido e ad ampia portata, che l’Iran stia mantenendo gli impegni presi. “L’accordo ha un impatto positivo sulle relazioni economiche e commerciali” – dichiara l’UE – “rafforza